Terna – Consensus terzo trimestre 2018

Questo pomeriggio il Consiglio di amministrazione del gruppo che gestisce la rete di trasmissione elettrica in Italia si riunirà per approvare i conti relativi al periodo luglio – settembre dell’anno in corso. Numeri che saranno pubblicati al termine della riunione del Cda e presentati agli analisti nella conference call che si terrà a partire dalle 15:00.

Sulla base delle stime degli esperti raccolte da Bloomberg, i ricavi di Terna nel 3° trimestre del 2018 sono attesi pari a 533 milioni, in calo dell’8,2% rispetto al corrispondente periodo del 2017.

A livello di risultati operativi, nel periodo in esame l’Ebitda consolidato è atteso a 410 milioni, in flessione solo dell’0,7% su base annua, beneficiando di una diminuzione attesa dei costi (-26,7% su base annua) rispetto a quelli rilevati nel 3° trimestre del 2017. In calo anche l’Ebit (-2,8% su base annua), penalizzato dall’incremento del 3,9% della voce ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni.

L’utile netto di Terna del periodo luglio – settembre del 2018 è previsto a 177 milioni, in flessione dello 0,4% su base annua, beneficiando a parità di imposte, di un possibile calo degli oneri finanziari netti.

Sul fronte patrimoniale, al 30 settembre 2018, gli analisti stimano un indebitamento finanziario netto pari a 7,715 miliardi, in aumento del 4,8% rispetto al 30 settembre 2017.

Gli investimenti complessivi sono previsti pari a 237 milioni, in aumento del 7,9% rispetto al dato del terzo trimestre 2017.