INTERPUMP CRESCE SPINTA DALLE ACQUISIZIONI

Secondo trimestre 2014 positivo per Interpump: il gruppo registra una crescita del fatturato del 22% a/a (+13% t/t) soprattutto per effetto delle acquisizioni di Hydrocontrol e IMM Hydraulics. L'utile netto sale del 56% a/a (+43% t/t). Il titolo Interpump interrompe il trend negativo dei mesi di giugno e luglio guadagnando il 4,8%.

Secondo trimestre più che positivo per la società di Reggio Emilia leader mondiale di pompe a pistoni ad alta ed altissima pressione: i ricavi hanno raggiunto quota 181 milioni, mettendo a segno un rialzo del 13% rispetto al trimestre precedente e del 22% rispetto allo stesso periodo del 2013. Tali performance sono riconducibili in gran parte all’assunzione delle società Hydrocontrol, acquisita nel maggio 2013, e IMM Hydraulics, entrata nel perimetro del gruppo dal gennaio 2014; a parità di area di consolidamento, le vendite segnano un incremento del 7% a/a. Decisamente positive le dinamiche dell’Ebitda e dell’Ebit, che mettono a segno sviluppi rispettivamente del 40% e del 48% a/a (+22% e + 27% t/t), grazie alla razionalizzazione del settore olio iniziata a partire dal 2012.

L’utile netto, pari a 19,5 milioni, registra un netto sviluppo evidenziando una crescita tendenziale del 56% e puntuale del 43%, dinamiche che sono state anche aiutate da una leggera contrazione del tax rate (-1% a/a, -4% t/t).

Fonte: dati societari, elaborazione: albertonosari.it
Fonte: dati societari, elaborazione: albertonosari.it

Dal lato patrimoniale, rispetto al dato di fine marzo 2014, l’indebitamento finanziario netto sale del 21% a oltre 154 milioni, scontando principalmente gli investimenti effettuati nel periodo destinati al rinnovo e all’ammodernamento di impianti e macchinari per sviluppo di nuovi prodotti.

Fonte: dati societari, elaborazione: albertonosari.it
Fonte: dati societari, elaborazione: albertonosari.it

Oggi il titolo è salito del 4,8%, in controtendenza rispetto all’indice Ftse Star sceso invece del 2,2%, segnando così la fine del trend negativo iniziato il 9 giugno.

Fonte: dati societari, elaborazione: albertonosari.it
Fonte: Factset

L’a.d. Fulvio Montipò ha riconfermato il target dei ricavi tra 650 e 670 milioni per l’intero anno 2014, aggiungendo l’obiettivo di portare le vendite oltre il miliardo nel 2017 grazie anche alle future acquisizioni.