MEDIA–RACCOLTA PUBBLICITARIA IN CRESCITA A MARZO

Raccolta pubblicitaria in aumento a marzo con un miglioramento dell’1,2%, che contiene al 2,1% il calo degli investimenti del primo trimestre dell’anno rispetto allo stesso periodo del 2014. Un mercato che, secondo i dati Nielsen, chiuderebbe il trimestre a +0,5% se si includessero le stime sulla raccolta web non monitorata (search e social). In particolare il web advertising è tornato positivo a marzo segnando un + 1,4%, che attesta al - 2,4% la variazione nel trimestre (+ 9% considerando le stime del perimetro internet non monitorato).

Considerando i singoli mezzi, a marzo l’investimento in televisione si è mantenuto invariato (+ 0,5%) con un calo del 2% su base trimestrale. Nel settore Mediaset ha comunicato nel corso dell’Assemblea degli Azionisti tenutasi il 29 aprile, che la concessionaria Publitalia ha chiuso il primo trimestre 2015 con ricavi pubblicitari televisivi in flessione del -1,6% rispetto allo stesso periodo del 2014. Le stime  si aspettano comunque una quota di mercato stabile o in lieve aumento per il gruppo del Biscione. Già noti i risultati in recupero, anche se ancora con segno meno, della raccolta su quotidiani (- 4,1% a marzo -6,9% nel trimestre) e periodici (- 1,4% a marzo – 3,9 nel trimestre). Bene gli investimenti in radio cresciuti nei primi tre mesi dell’anno del 6,2%, con un +7,7% nel solo mese di marzo.

Relativamente ai settori, si segnala la crescita degli investimenti trimestrali in pubblicità di Enti ed Istituzioni (+ 14,5%), dei servizi professionali (+ 15,8%), di finanza/assicurazioni (+ 5,7%) e della gestione casa (+ 7,3%). In deciso calo il comparto delle automobili (- 8%) e dell’abbigliamento (- 7,3%), che pesano rispettivamente per il 12,7% e il 4,8% sul mercato totale. Sostanzialmente invariata la spesa pubblicitaria per il settore alimentare, che da solo rappresenta il 16% degli investimenti totali, mentre aumentano del 9% gli introiti dal settore bevande e alcoolici (pari al 3,7% del totale). Il mercato pubblicitario sembra quindi in ripresa, recependo positivamente le stime al rialzo di ISTAT del PIL e della produzione industriale (+ 1, 5%).

investimenti pubblicitari 1. trim. 2015