EL.EN. – CRESCE FATTURATO E REDDITIVITA’ OPERATIVA

Il Gruppo El.En. archivia il 1° trimestre 2015 con ricavi a 48,5 milioni (+29,1% a/a), Ebitda a 5,3 milioni (+53,8% a/a) e Ebit adjusted a 4,5 milioni (+107,3% a/a). L’Utile ante imposte si attesta a 6,3 milioni, contro gli 8 milioni del pari periodo dell’esercizio precedente che però aveva beneficiato di proventi straordinari per 5,9 milioni. Al netto di tali proventi, l’Utile ante imposte risulta circa triplicato. La posizione finanziaria netta si presenta positiva per 34,6 milioni, con un decremento di 12,5 milioni rispetto al 31 dicembre 2014 in buona parte dovuto all’aumento del capitale circolante netto necessario per la rapida crescita del volume d’affari.

Il Gruppo El.En., leader in Italia nel mercato dei laser e tra i primi operatori in Europa, archivia il primo trimestre 2015 con un fatturato di 48,5 milioni (+29,1% sul pari periodo 2014). La crescita è determinata da entrambi i macrosettori di attività: il Medicale con ricavi per 34,2 milioni (+27,6%) e l’Industriale con ricavi per 14,3 milioni (+33%). Nel settore Medicale, il segmento Chirurgia presenta un incremento del 122,5% (a 8 milioni) con particolare riferimento alle applicazioni laser in otorinolaringoiatria e urologia. In aumento anche il segmento dell’Estetica che segna ricavi per 16,7 milioni (+5,1%) e vede consolidarsi le posizioni competitive del Gruppo nelle applicazioni laser di epilazione, rimozione dei tatuaggi e foto ringiovanimento. L’attività di service post vendita e di vendita di consumabili segna un incremento del 51,5% (a 7,4 milioni) che evidenzia buoni risultati nei contratti di manutenzione della base installata in particolare in Estremo Oriente. Nel settore Industriale il segmento Taglio fa segnare un incremento del 42,1%, a 9,4 milioni, con il determinante contributo delle joint venture realizzate per il mercato cinese.

Dal punto di vista della distribuzione geografica del fatturato, le condizioni favorevoli all’export hanno consentito una crescita del 48,8% sui mercati extraeuropei, in particolare sul mercato americano. I ricavi in Italia segnano invece un calo (-12,2%).

El En Q1 2015 A

Durante il primo trimestre 2015 è proseguita l’intensa attività di Ricerca e Sviluppo (2,2 contro 2 milioni) con lo scopo di aprire nuove applicazioni del laser, sia nel settore Medicale che in quello Industriale, ed immettere sul mercato prodotti innovativi. L’importo delle spese sostenute corrisponde al 4,5% del fatturato consolidato.

L’Ebitda si attesta a 5,3 milioni (+53,8% rispetto ai 3,4 milioni del pari periodo del 2014) nonostante minori proventi dall’attività di ricerca e un mix di vendita meno favorevole dovuto al maggior peso delle vendite a marginalità più bassa per i sistemi laser di taglio del metallo in Cina. L’incidenza sul fatturato sale dal 9,2% al 10,9%. La gestione operativa chiude con un Ebit adjusted a 4,5 milioni (contro 2,2 milioni) evidenziando un aumento del 107,3% e un margine sul fatturato in crescita di 3,5 punti percentuali al 9,2%. La Gestione finanziaria segna un saldo positivo di 1,8 milioni rispetto alla perdita di 0,1 milioni dell’analogo periodo dello scorso esercizio, beneficiando del favorevole andamento dei cambi.

L’Utile ante imposte, pari 6,3 milioni, si confronta con gli 8 milioni del 31 marzo 2014, ricordando che alla formazione di questi ultimi avevano concorso proventi straordinari per 5,9 milioni, di cui 4,5 milioni ottenuti dalla plusvalenza conseguita con la cessione di un pacchetto di azioni Cynosure Inc. nel marzo 2014 e 1,4 milioni dal rilascio di una quota del fondo rischi in seguito all’accordo che ha risolto una disputa brevettuale con la Palomar Inc. (oggi Cynosure Inc.). Senza tali proventi, l’Utile ante imposte del primo trimestre 2014 sarebbe ammontato a 2,1 milioni, circa un terzo di quello al 31 marzo 2015.

La posizione finanziaria netta del Gruppo (positiva per 34,6 milioni) segna un decremento di 12,5 milioni rispetto alla chiusura del 2014. Nello specifico, 4 milioni dei 12,5 milioni sono stati destinati a investimenti temporanei di tipo finanziario, la cui natura ne impone l’iscrizione tra le attività non correnti da cui consegue la loro esclusione dal calcolo della posizione finanziaria netta. Gli investimenti per immobilizzazioni fisse hanno assorbito cassa per 0,6 milioni mentre la restante quota è stata assorbita dall’incremento di capitale circolante netto necessario per la rapida crescita del volume d’affari.

El En Q1 2015 B

L’andamento positivo del primo trimestre conferma le ottimistiche previsioni di crescita di fatturato e risultato operativo formulate dal Gruppo per l’intero esercizio: 200 milioni di fatturato e 20 milioni di risultato operativo, avvicinabili in costanza di condizioni economiche generali, in particolare con il cambio euro dollaro sotto gli 1,1 dollari per euro.

Il titolo quota oggi 38,78 euro, con un incremento del 46,2% da inizio anno a fronte di una performance dell’indice FTSE All-Share del 26%.