MODA – SETTIMANA DI RINASCITE E DI CONFERME

L’indice settoriale ha chiuso i cinque giorni di contrattazioni pressoché flat, pur comportandosi meglio del mercato in flessione di quasi un punto percentuale. Sul settore hanno inciso i risultati poco brillanti di Prada, sul mercato la perenne crisi greca. Sale al 13% la sovraperformance da inizio anno del comparto sul listino italiano.

Il lusso Big Cap ha archiviato i cinque giorni di contrattazioni a luci alterne. Si è confermata Moncler, +1,5% e balzo di oltre 50 punti year to date, e ripresa per Tod’s, +3,6%, ricordiamo tra le più deboli di questo 2015. Rifiatano Luxottica e Ferragamo.

Ripresa sul Mid Cap anche per Safilo, +3,3%, la più fragile dopo Cucinelli da inizio anno tra le imprese di una certa capitalizzazione, e rifiata anche De’Longhi.

Sempre forti Digital Bros, +150% nel 2015, ed, in misura più contenuta, Moleskine, +40 per cento.

download