RECORDATI – CORRE L’UTILE NEL 1° SEM.

Il gruppo milanese archivia i primi 6 mesi del 2015 con ricavi in progresso a 539,1 milioni (+6,2%) rispetto ai 507,6 milioni dell’analogo periodo del 2014. Bene anche l’Ebitda e l’Ebit che si fissano rispettivamente a 163,9 milioni (+15,5%) e a 145,2 milioni (+19,2%). L’utile netto risulta pari a 103,2 milioni (+24,4% a/a).

Recordati archivia i primi 6 mesi del 2015 con ricavi in progresso a 539,1 milioni (+6,2% a/a) rispetto ai 507,6 milioni dell’analogo periodo del 2014. I ricavi internazionali, che rappresentano il 78,5% del totale, crescono del 10,0% mentre i ricavi in Italia, pari al 21,5% del totale, sono in diminuzione del 5,8%.

Fonte:Dati societari, elaborazione albertonosari.it
Fonte:Dati societari, elaborazione albertonosari.it

Osservando nel dettaglio le altre voci di bilancio possiamo notare una crescita dell’Ebitda che sale nel confronto annuale del 15,5% a 163,9 milioni, con un’incidenza sui ricavi del 30,4%, grazie al miglioramento dell’utile lordo e alla contenuta crescita dei costi operativi. Bene anche l’Ebit, che compie un balzo del 19,2% a 145,2.

La posizione finanziaria netta al 30 giugno 2015 evidenzia un debito netto di 139,9 milioni, in diminuzione di 46,2 milioni rispetto al 31 Dicembre 2014 dopo il pagamento di dividendi per un totale di 49,2 milioni. Il patrimonio netto si è ulteriormente incrementato ed è pari a 874,9 milioni.