Mercati – Apertura positiva nonostante downgrade a sorpresa di Fitch

Apertura sopra la parità per le borse europee, in attesa del meeting della Federal Reserve e della lettura del Pil Usa del primo trimestre 2020. A Milano il Ftse Mib guadagna lo 0,6% in area 17.780 punti.

In rialzo anche il Cac 40 di Parigi (+0,5%), l’Ibex 35 di Madrid (+0,5%), il Dax di Francoforte (+0,4%) e il Ftse 100 di Londra (+0,4%).

Gli investitori sono in cerca di nuovi catalyst per proseguire il recupero dell’azionario globale dopo i minimi toccati a marzo in seguito allo scoppio dell’epidemia di coronavirus, monitorando nel frattempo l’andamento dei contagi e le discussioni sull’allentamento dei lockdown.

L’attenzione dei mercati oggi sarà rivolta in particolare sulla riunione della Federal Reserve e sulla conferenza stampa post meeting del presidente Jerome Powell, mentre domani sarà il turno della Banca centrale europea.

Sul fronte macro, l’agenda di oggi prevede la fiducia dei consumatori dell’Eurozona e la lettura preliminare dell’inflazione in Germania ad aprile, mentre in Usa il focus sarà sulla stima del Pil dei primi tre mesi dell’anno previsto in calo del 4%.

Intanto il biglietto verde si indebolisce nei confronti delle altre valute, in attesa di chiarimenti sulla traiettoria della politica monetaria Usa nei prossimi mesi. Il cambio euro/dollaro sale a 1,085, mentre il dollaro/yen arretra a 106,5.

Tra le materie prime recuperano terreno le quotazioni del greggio in un mercato che si mantiene comunque molto volatile, con il Brent (+3,1%) a 21,1 dollari e il Wti (+13,5%) a 14 dollari.

Sull’obbligazionario, infine, lo spread Btp-Bund risale di 8 punti base a 227 con il rendimento del decennale italiano all’1,79%, dopo il downgrade a sorpresa di Fitch. L’agenzia americana, anticipando l’appuntamento in programma il prossimo 10 luglio, ha abbassato il proprio giudizio sull’Italia a ‘BBB-‘ con outlook stabile (da ‘BBB’, negativo), ultimo livello investment grade.

Una decisione che arriva dopo che S&P venerdì aveva confermato il rating ‘BBB’, mentre ora si attendono gli appuntamenti con Moody’s e Dbrs il prossimo 8 maggio.

Tornando a Piazza Affari, bene in avvio Azimut (+4,3%), Saipem (+3,3%), Prysmian (+3,2%) e Tenaris (+2,6%), mentre arretrano Enel (-1%), Amplifon (-0,9%) e Snam (-1%).