Oil &Gas – BP cede business petrolchimico per $5mld per focalizzarsi sul low carbon

BP ha raggiunto un accordo per vendere la sua divisione mondiale petrolchimica a Ineos, per 5 miliardi di dollari.

Un’operazione che implica che la società guidata da Bernard Looney ha raggiunto il suo obiettivo di vendita degli asset, posto a 15 miliardi di dollari, un anno prima della scadenza prevista e rientra nel cambiamento strategico promosso dal CEO, di un maggior focus energetico a basse emissioni di carbonio.

“L’accordo di oggi è un altro passo avanti ponderato per costruire una BP che possa competere e avere successo attraverso la transizione energetica” ha commentato Looney.

La divisione include quote in stabilimenti di produzione negli Stati Uniti, in Trinidad e Tobago, nel Regno Unito, in Belgio, in Cina, in Malesia e in Indonesia. Lo stabilimento petrolchimico BP collegato alle raffinerie petrolifere a Gelsenkirchen e Mulheim, in Germania, non è incluso.

BP ha venduto buona parte delle sue attività petrolchimiche nel 2005 a Ineos, che ha un network di oltre 180 siti in 26 paesi e circa 22.000 dipendenti.

Ciò lascia l’unità petrolchimica di BP concentrata su aromatici, usati nei polimeri per bottiglie e confezioni di plastica, e acetili, usati in pitture, solventi e farmaci.