Mercati Usa – Previsto avvio positivo dopo dati su inflazione

I futures sull’azionario Usa guadagnano lo 0,5-0,7%, preannunciando una partenza positiva a Wall Street dopo la diffusione del report chiave sull’inflazione statunitense a dicembre e all’indomani delle parole del presidente della Federal Reserve Jerome Powell.

Ieri i principali indici americani hanno chiuso in rialzo, proseguendo il rimbalzo iniziato sul finire di sedute di lunedì trainato in particolare dal settore tecnologico. Il Nasdaq ha guadagnato l’1,4%, lo S&P 500 lo 0,9% e il Dow Jones lo 0,5%.

I mercati si sono trovati ad affrontare una nuova ondata di volatilità con l’inizio del nuovo anno, complice la prospettiva di un incremento più rapido del previsto dei tassi di interesse per contrastare le pressioni sui prezzi.

Sul fronte macro, l’inflazione negli Stati Uniti a dicembre è cresciuta dello 0,5% su base mensile, leggermente al di sopra del +0,4% previsto dal consensus ma rallentando rispetto al +0,8% del mese precedente.

Su base annua, i prezzi al consumo sono aumentati del 7% rispetto al +6,8% di novembre, in linea alle attese degli analisti (+5,5% il dato core dal +4,9% di novembre).

Il tutto dopo che ieri Powell, nel corso dell’audizione alla Commissione bancaria del Senato Usa per la sua nomina per un secondo mandato alla guida della Fed, ha confermato l’impegno nel contrastare l’elevata inflazione per sostenere la crescita.

Il chairman ha dichiarato che la banca centrale non esiterà ad agire se necessario per contenere le pressioni sui prezzi, rafforzando l’ipotesi di almeno tre ritocchi nel 2022 di cui il primo probabilmente a marzo.