Radici (Aim) – Aumenta la marginalità nel 1H19

Il gruppo, attivo nel settore della pavimentazione tessile di alta gamma e lusso, ha chiuso il primo semestre 2019 con ricavi in aumento del 2,3% a 30,3 milioni, in continuità con la crescita registrata negli ultimi esercizi.

A livello geografico, l’Europa (inclusa l’Italia) ha segnato un +2,2% a 23,2 milioni e gli Stati Uniti un +21,8% a 6,5 milioni, mentre l’area Resto del Mondo ha registrato un -60% a 0,7 milioni.

Per quanto riguarda il fatturato per settori, le buone performance nel mercato Marine (+15% a 4,5 milioni) e Automotive (+11,9% a 6,1 milioni) hanno più che compensato la contrazione nella Pavimentazione Tessile (-2% a 14,7 milioni) e dello Sportivo (-4,8% a 4,9 milioni).

L’Ebitda è aumentato dell’11,3% a 2,6 milioni con un’incidenza sui ricavi salita all’8,5% (+70 punti base), anche grazie ai minori costi del personale per effetto dell’ottimizzazione delle risorse interne, mentre l’Ebit è cresciuto del 33,8% a 1,2 milioni con un ros al 4% (+90 punti base).

Il periodo si è chiuso con un incremento dell’utile netto del 59% a 0,7 milioni, mentre dal lato patrimoniale l’indebitamento finanziario netto è leggermente diminuito a 22 milioni rispetto ai 23,2 milioni al 31 dicembre 2018.

Per quanto riguarda l’evoluzione della gestione, il management ritiene che, in base al proprio portafoglio ordini e alle commesse in fase di definizione, anche il secondo semestre dell’esercizio in corso possa generare risultati positivi.