Shedir Pharma (Aim) – Acquista i prodotti Mesaflor, Geniad e Listen

Shedir Pharma ha comunicato che la controllata Dymalife Pharmaceutical ha acquisito, per complessivi 1,3 milioni, le tre specialità medicinali (AIC, marchi e dossier) Mesaflor, Geniad e Listen che hanno generato nel 2018 una marginalità di circa 300mila euro (gross margin).

Nel dettaglio il primo di questi, già detenuto al 50% da Dymalife Pharmaceutical, ha generato nel2018 un fatturato annuo di circa 500 mila euro, con un gross margin di circa il 70 per cento.

Essendo il prodotto non propagandato, il gross margin approssima l’Ebitda al netto dei costi di logistica.

Dymalife Pharmaceutical ha acquisito il residuo 50% ad un multiplo di circa 4,7 volte
il gross margin.

Il Mesaflor, in compresse, clismi e gel, contiene il principio attivo Mesalazina, una sostanza dotata di effetto antiinfiammatorio locale sulla mucosa intestinale interessata da lesioni e che trova applicazione nel trattamento di proctiti ulcerose, morbo di Crohn, flogosi idiopatiche intestinali acute e croniche a localizzazione anorettale e perianale, sia nelle fasi attive della malattia che nella prevenzione delle recidive.

Il mercato dei prodotti a base di Mesalazina (fonte Iqvia anno 2018) vale circa 65 milioni ed è in crescita (+3%) con una bassa presenza di genericisti (12% del mercato). Il leader di
mercato è il Pentacol che, nel 2018, ha generato un fatturato complessivo di 16
milioni

Il Geniad ha registrato nel 2018 un fatturato pari a 170mila euro, con un gross margin superiore al 70 per cento. Come per il Mesaflor il fatturato del prodotto, attualmente non propagandato, genera un gross margin che è sostanzialmente in linea con l’Ebitda al netto dei costi di logistica.

Dymalife Pharmaceutical ha acquisito il Geniad ad un multiplo di circa 3,5 volte
il gross margin.

Geniad (Alfacalcidolo in gocce) si inserisce in uno dei segmenti di mercato in maggiore crescita ossia quello della Vitamina D.

Un mercato che cresce dell’8% (fonte Iqvia anno 2018) con un valore a fatturato di circa
190 milioni.

Il leader di mercato è il Dibase (a base di colecalciferolo) che, nel 2018, ha generato un
fatturato complessivo di 110 milioni. Il segmento della Vitamina D in gocce rappresenta il
20% dei volumi del mercato rispetto ad altre forme (flaconi monodose o capsule soft gel).
Tale forma farmaceutica risulta essere particolarmente efficace grazie ai ridotti tempi di
assorbimento.

L’Alfacalcidolo, principio attivo del Geniad, è indicato nei casi di osteodistrofia da
insufficienza renale in dialisi o meno, ipoparatiroidismo, rachitismo ed osteomalacia D
resistente o D dipendente (pseudo-deficitaria), rachitismo ed osteomalacia da alterazioni
renali dovute al metabolismo della vitamina D e osteoporosi post-menopausale.

Il prodotto Listen si colloca in un mercato molto ampio e assolve una funzione “tattica”
in termini di completamento del listino. A differenza del Mesaflor e del Geniad che
godono di un fatturato consolidato e stabile, esso verrà lanciato nel corso del primo semestre del 2020.

Tale farmaco è a base del principio attivo Lisinopril Diidrato, appartenente alla
categoria degli ACE inibitori e nello specifico ACE-inibitori, non associati.

È indicato per il trattamento dell’ipertensione, dello scompenso cardiaco sintomatico, del trattamento a breve termine dei pazienti emodinamicamente stabili entro 24 ore da un infarto miocardico acuto e del trattamento delle complicanze renali nei pazienti ipertesi con diabete mellito di Tipo 2 e nefropatia incipiente.

Con l’acquisizione delle suddette 3 specialità medicinali il gruppo rafforza la propria offerta di prodotti farmaceutici con alto potenziale di sviluppo con la conseguente possibilità di ulteriore ramificazione dei marchi con estensioni di linea ed offerta complementare con integratori e dispositivi medici.

Antonio Scala, Amministratore Delegato di Shedir Pharma Group, commenta: “Tale acquisizione apporta circa 300 mila euro di marginalità aggiuntiva alla Business Unit farmaceutica con un investimento pari a circa 4 volte e mezzo il gross margin. Mesaflor e Geniad si inseriscono in aree terapeutiche, gastrointerologia ed ortopedia, per noi strategiche con alto potenziale di sviluppo anche in ragione del fatto che la marginalità attuale è frutto di un fatturato consolidato in assenza di attività di informazione medico
scientifica. Su tali basi solide abbiamo costruito un piano di sviluppo che ci consentirà di aumentare i volumi delle vendite in Italia sfruttando altresì la sinergia in termini di offerta terapeutica integrata con i prodotti nutraceutici. Infine con il lancio del Listen completeremo l’offerta di prodotti con la molecola del lisinopril rientrante in un segmento di mercato molto ampio ossia quello degli ace-inibitori.”