Scm Sim (Aim) – Balzo delle commissioni nette nei 9M 2019 (+31,5%)

“Siamo molto soddisfatti nel presentare anche nel terzo trimestre risultati in crescita rispetto allo scorso anno. Abbiamo avviato un processo di efficientamento e razionalizzazione dei costi che sta mostrando risultati estremamente positivi e che, unitamente al costante impegno volto al miglioramento dei servizi offerti, ci trasmettono grande fiducia per il futuro”.

È con queste parole che Antonello Sanna, Ad di Scm Sim, ha commentato i risultati dei primi nove mesi del 2019, che hanno registrato un significativo miglioramento della gestione operativa rispetto allo stesso periodo del 2018.

Le commissioni nette sono cresciute a 2,9 milioni (+31,5% a/a), grazie al buon andamento delle commissioni attive e all’azione di contenimento dei costi della rete commerciale.

I costi operativi sono scesi a 2,9 milioni (-12,2% su base annua), per effetto del processo di razionalizzazione delle spese amministrative avviato dalla società già a partire dalla fine del 2018.

Tali dinamiche hanno portato a una notevole riduzione del deficit dell’Ebitda a 12,6 mila euro (-1,1 milioni nei primi nove mesi del 2018) e a un risultato ante imposte tornato positivo per 43 mila euro (-1,1 milioni nel periodo di confronto).

Al 30 settembre gli Asset Under Management sono saliti a 898 milioni (892 milioni al 30 giugno 2019 e 845,8 milioni al 31 dicembre 2018).

Dal lato patrimoniale, a fine settembre i fondi propri aumentano a 2,6 milioni (1,9 milioni al 31 dicembre 2018), garantendo così una maggiore solidità patrimoniale della società, con un Total Capital ratio che si attesta al 14,47% (10,82% al 31 dicembre 2018).