Aim (-6,5%) – In rosso nel 2019, tante nuove Ipo e il fallimento di Bio-On

Nel 2019 il Ftse Aim Italia ha messo a segno un ribasso del 6,5%, sottoperformando il London Ftse Aim 100 (+12,6%) e il London Ftse Aim All Share (+11,6%).

Tra le società dell’Aim Italia, i maggiori rialzi sono stati realizzati da Innovatec (+382,4%), Gruppo Green Power (+226,9%) e Mondo Tv Suisse (+184,3%).

Da segnalare che Innovatec, attraverso la controllata al 99% Innovatec Power, ha sottoscritto con Plastica Alfa un accordo di collaborazione esclusiva nazionale di tipo commerciale per lo sviluppo di progetti su scala industriale nell’ambito dell’economia circolare.

Gruppo Green Power, invece, ha ricevuto un finanziamento di 1,2 milioni dalla capogruppo Alperia a sostegno dell’attività ordinaria. La capogruppo inoltre ha promosso un’Opa sulla totalità delle azioni ordinarie GGP, all’esito della quale non ha raggiunto il 90%, fermandosi all’86,53% del capitale.

In evidenza anche Expert System (+162,7%), che ha rilasciato la nuova versione della piattaforma Cogito e ha chiuso un aumento di capitale da 7 milioni per accelerare la crescita. Operazione che ha permesso l’ingresso di importanti investitori privati tra cui Claudio Costamagna, Diego Piacentini e Francesco Caio. Per il 2019 il gruppo prevede ricavi per 33 milioni e un Ebitda nel range di 5-6 milioni, mentre nei prossimi mesi sarà presentato il nuovo piano industriale 2020-2022.

Tra le peggiori, invece, Cdr Advance Capital (-99,9%), che ha stipulato l’atto di scissione parziale del patrimonio a favore di Borgosesia. Male anche Imvest (-88,9%), Visibilia Editore (-67,8%) e Illa (-59,4%).

TraWell Co ha lasciato sul terreno il 50,7%, scontando un primo semestre di transizione caratterizzato da dinamiche su cui la Società è già intervenuta e che non avranno impatti nel futuro. Nel 2019, inoltre, sono state poste le basi per il lancio di nuove linee di business acquisendo know how e siglando accordi commerciali con importanti partner.

L’anno è stato a suo modo caratterizzato dal fallimento di Bio-On, dichiarato dal Tribunale di Bologna al termine dell’inchiesta aperta nei mesi precedenti dalla Procura di Bologna e dalla Consob nell’operazione “Plastic Bubbles”, che ha preso le mosse da un report del fondo speculativo Quintessential dello scorso luglio.

Si segnalano i debutti su Aim Italia di AMM, Antares Vision, Arterra Bioscience, CleanBnB, Comer Industries, Confinvest, Copernico Sim, CrowdFundMe, Cyberoo, Doxee, Farmaè, Friulchem, Gibus, Eles, Fos, Gismondi 1754, Iervolino Entertainment, Ilpra, Salcef, Maps, Marzocchi Pompe, Matica Fintec, Neosperience, NVP, Officina Stellare, Pattern, Radici, Relatech, SEIF, Shedir Pharma, Sirio, UCapital24, Websolute.

Infine, le Spac Eps Equita Pep Spac 2 e IDeaMi non hanno individuato una società target per la business combination e hanno abbandonato Piazza Affari.