Sciuker Frames (Aim) – Nuove risorse per sostenere la crescita futura

Sciuker Frames ha stipulato un accordo di investimento con Atlas Special Opportunities e Atlas Capital Markets che prevede l’emissione di un bond convertibile fino a 5 milioni, emettendo contestualmente un massimo di 4 milioni di warrant a favore di Atlas per la sottoscrizione di azioni Sciuker Frames al prezzo di 2,4 euro per azione per il 50% dei warrant emessi e al prezzo di 2,8 euro per azione per il restante 50%.

Comes spiega l’Amministratore delegato di Sciuker Frames, Marco Cipriano, “abbiamo deciso di finanziarci attraverso questo strumento per due ragioni: la necessità di dotarci di capitali in vista di una possibile espansione sui mercati esteri, anche attraverso acquisizioni, e la flessibilità di uno strumento a chiamata”.

Un accordo con un operatore estero che sembra rappresentare anche un’ulteriore attestazione del valore intrinseco della società e del marchio e delle buone prospettive future, frutto anche della bontà della strategia intrapresa e della solidità del progetto imprenditoriale.

“Questa operazione ci garantisce la possibilità di raccogliere risorse in breve tempo con uno strumento adattabile alle nostre necessità, senza aumentare l’esposizione debitoria della società e mantenendo la possibilità di scegliere se rimborsare come debito o convertire il prestito in equity” prosegue Cipriano.

Risorse aggiuntive che consentiranno al gruppo di aggredire il mercato con rapidità, garantendo inoltre la flessibilità necessaria per poter raccogliere risorse anche attraverso canali diversi o tramite la generazione di cassa e senza penalizzare gli investitori con un aumento di capitale diluitivo.

“Questo accordo – afferma l’Ad – riguarda un prodotto ibrido, volto a garantirci flessibilità nelle scelte di finanziamento e ad aumentare la solidità patrimoniale, garantendo maggiore indipendenza nelle scelte di finanziamento”.

Negli ultimi anni, soprattutto dallo sbarco in Borsa avvenuto nell’agosto 2018, il costo medio del debito della società è calato gradualmente, anche grazie ai capitali raccolti in sede di IPO che hanno rafforzato la solidità patrimoniale della società.

“Ora Sciuker Frames è in grado di cogliere le opportunità di finanziamento a basso costo sul mercato, nel rispetto di un giusto rapporto tra debito ed equity” dichiara Cipriano.

La società intende quindi proseguire il percorso di riduzione di indebitamento di medio-lungo termine e la ricerca di uno strumento come quello del Prestito Obbligazionario Convertibile (POC) rappresenta un tentativo per trovare vie alternative per finanziare i progetti di espansione della struttura commerciale.

“Abbiamo un piano di riduzione graduale del debito che sfrutterà anche la generazione di cassa, anche se al momento il nostro focus rimane quello di implementare le strategie di crescita in modo da sfruttare un momentum positivo per il mercato, favorito anche dagli interventi del Legislatore”.

L’operazione con Atlas, infatti, è finalizzata a un ampliamento degli investimenti per sostenere la crescita attesa sia nel segmento direzionale sia nel retail. “Abbiamo individuato diverse opportunità per esportare all’estero il nostro modello di finestre ecosostenibili in legno-alluminio e in legno-vetro strutturale Made in Italy, a cominciare dagli apprezzamenti ricevuti in Cina, dove siamo presenti tramite un accordo commerciale con un partner locale”.

La diffusione dell’epidemia di coronavirus ha però inevitabilmente rallentato i piani di espansione sul mercato cinese, anche se da Pechino negli ultimi giorni sono arrivate notizie di una normalizzazione della situazione grazie agli interventi messi in campo dal governo.

Segnali che, insieme alle misure a sostegno della crescita adottate dalla Banca centrale cinese, hanno consentito un recupero delle Borse del Paese, con la piazza di Shanghai che dalla riapertura dopo la pausa per le festività del capodanno lo scorso 3 febbraio ha guadagnato circa il 9% sovraperformando i mercati americani ed europei.

La società ha intanto raccolto proposte interessanti in altri paesi per rafforzare il proprio network commerciale.

“Nel corso del 2020 valuteremo se si presenteranno delle opportunità di M&A all’estero, avendo posto le basi per poter aggredire il mercato anche con l’aiuto dei nostri investitori che stanno dimostrando di credere nel progetto e nella strategia di Sciuker Frames” conferma il Ceo.

Il gruppo si prepara quindi a proseguire il proprio percorso di crescita anche a livello internazionale dopo aver concluso accordi commerciali con partner esteri nel corso del 2019 in Spagna, Kazakistan e Cina, continuando a sfruttare inoltre le opportunità che si sono presentate nel corso del 2019 in Italia.

“Sul mercato retail abbiamo avviato un ciclo di incontri con la rete dei nostri rivenditori a Roma e Milano per sfruttare l’opportunità concessa dall’incentivo previsto dal Legislatore nell’ambito della Cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante per interventi di efficienza energetica”.

“A ciò si aggiunge la possibilità di ampliare la nostra rete aprendo un ulteriore punto vendita diretto Sciuker Frames nel Nord Italia, mentre nel segmento direzionale abbiamo concluso accordi con primari operatori del mercato real estate, in particolare per progetti nell’area milanese”.

Il tutto all’interno di uno scenario del mercato immobiliare, in particolare quello milanese, che si conferma incoraggiante e “la crescita del 30% del fatturato 2019 conferma che siamo sulla strada giusta” dichiara Cipriano.