Marzocchi Pompe (Aim) – Utile netto in forte calo nel 2019

Nell’esercizio 2019 Marzocchi Pompe ha realizzato ricavi consolidati pari a 40 milioni, in calo del 4,9% rispetto ai 42,1 milioni del 2018.

L’andamento risente di un rallentamento del mercato di sbocco Automotive, dovuto all’effetto combinato della riduzione di forniture verso un cliente cinese e delle minori richieste di consegna di micropompe da parte del cliente principale. Il settore Core mostra un incremento del 2,3% circa nonostante il rallentamento registrato nel 4Q 2019.

L’Ebitda adjusted è pari a 6,3 milioni in calo del 16,6% rispetto ai 7,5 milioni del 2018, con il relativo margine al 16,2% (-120 punti base), una diminuzione che sconta maggiori costi del personale, maggiori costi di struttura e di un calo di margine dovuto al cambio di mix delle vendite.

L’Ebit adjusted si è attestato a 0,9 milioni, in contrazione del 59,7 per cento.

L’esercizio si è chiuso con un utile netto di 0,2 milioni, in calo del 93,1% rispetto ai 2,9 milioni del 2018.

Dal lato patrimoniale, l’indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2019 è pari a 12,5 milioni, in miglioramento rispetto ai 19,2 milioni del 2018 principalmente grazie alla liquidità introitata in occasione della quotazione. Gli investimenti sono stati pari a 3,8 milioni, dei quali circa 1,1 milioni riferiti ai costi di quotazione, capitalizzati e ammortizzati in cinque anni, e circa 2,7 milioni riferiti a immobilizzazioni tecniche.