MailUp (Aim) – Cresce il giro d’affari nel 1Q 2020, marginalità influenzata da Covid-19

MailUp ha chiuso il primo trimestre 2020 con ricavi complessivi consolidati per 15,8 milioni, in aumento del 18,6% su base annua, grazie ad una crescita di tutte le linee di business.

Il comparto SMS, per sua natura dinamico e volatile, nonché fortemente price-oriented, ha fatto registrare la crescita più elevata in valore assoluto con 1,4 milioni di maggiori ricavi consolidati (+15,3%) per un fatturato totale di 10,9 milioni, grazie in particolare alla crescita dei volumi di Agile Telecom.

Il segmento Email, il più stabile e consolidato all’interno del Gruppo, segna un progresso del 21,3% a 3,8 milioni, grazie all’ottimo contributo dell’editor BEE che è passato da 0,5 a 0,9 milioni di ricavi (+79%).

Continua la performance positiva della nuova linea di business Predictive Marketing, i cui ricavi del periodo sono più che raddoppiati a 0,8 milioni raggiungendo il 5% del giro d’affari totale. Il fatturato realizzato all’estero rappresenta il 51% del totale.

L’Ebitda consolidato si attesta a 0,5 milioni (+14,9%), con una marginalità rispetto ai ricavi del 3,4% (3,6% nel primo trimestre 2019), influenzata dall’impatto dell’emergenza sanitaria mondiale legata alla diffusione del Covid-19 e conseguente situazione di rallentamento economico.

In particolare, il processo di acquisizione di nuovi clienti di dimensioni medio-grandi risulta in taluni casi rallentato, mentre clienti di specifici settori particolarmente colpiti dalla crisi, quali Travel, Retail e Hospitality, hanno sospeso, ritardato, o proposto parziali rinegoziazioni dei propri investimenti.

Tuttavia, il Gruppo ha scelto di non sospendere o rinviare i propri progetti strategici programmati; di conseguenza l’incidenza di voci di costo quali Sales&Marketing e R&D, dove sono in corso i maggiori investimenti, risulta particolarmente importante.

Il risultato ante imposte è negativo per 0,3 milioni, sostanzialmente stabile rispetto al trimestre di confronto.

La posizione finanziaria netta consolidata al 31 marzo 2020 presenta una situazione di cassa netta per 3 milioni, in miglioramento rispetto alla liquidità netta di 2,4 milioni al 31 dicembre 2019, grazie al flusso positivo della gestione operativa.

Infine, il Cda ha deliberato l’avvio del programma di acquisto e disposizione di azioni proprie che potrà essere effettuato tra il 12 maggio 2020 ed il 23 ottobre 2021.