Telesia (Aim) – La società di revisione non esprime un giudizio su conformità della semestrale abbreviata

La società di revisione BDO Italia non è stata in grado di esprimere un giudizio sulla conformità della relazione semestrale abbreviata di Telesia al 30 giugno 2020 al principio contabile internazionale applicabile per l’informativa finanziaria infrannuale (IAS34).

Telesia detiene partecipazioni iscritte ad un valore di 10,5 milioni in società direttamente controllate da Class Editori, controllante di Telesia. Pur in presenza di perdite di valore a causa del Covid-19, la società non ha potuto effettuare impairment test completi e affidabili sulle partecipazioni, in quanto la capogruppo Class Editori non ha elaborato, sia a livello di gruppo che di singola entità, i nuovi piani industriali basati su assunzioni ragionevoli e sostenibili.

La mancanza dei piani industriali e il conseguente test di impairment non hanno permesso alla società di revisione di verificare la corretta valutazione delle partecipazioni.

Inoltre, Telesia espone crediti per circa 5 milioni nei confronti della collegata Class Pubblicità, di cui circa 4,6 milioni scaduti il 30 giugno. A inizio febbraio 2020 le parti hanno concordato un piano di rientro che ad oggi risulta parzialmente rispettato, in quanto Class Pubblicità ha corrisposto solo 1,4 milioni a fronte di circa 3,2 milioni.

Sulla base di quanto sopra riportato, la società di revisione non è in grado di fornire un giudizio sulla corretta valutazione del credito iscritto nei confronti di Class Pubblicità.