Shedir Pharma (Aim) – Per KT&Partners vale 7,19 euro, upside dell’82%

KT&Partners assegna a Shedir Pharma Group la raccomandazione add e un fair value di 7,19 euro, prezzo che incorpora un upside potenziale dell’82% rispetto alla chiusura di ieri.

L’analista ricorda che nei primi sei mesi del 2020, Shedir ha ulteriormente rafforzato il proprio portafoglio prodotti ottenendo 13 nuovi brevetti che coprono 8 prodotti nutraceutici e 7 prodotti farmaceutici (due brevetti coprono sia un prodotto nutraceutico che uno farmaceutico).

Inoltre, i brevetti NAXX, che coprono Shedirflu (4 milioni di ricavi nei 9M19), hanno beneficiato di un articolo – basato su uno studio sperimentale – che è stato pubblicato su una rivista internazionale.

L’analista segnala tuttavia che lo scoppio della pandemia ha avuto un effetto negativo sull’attività di Shedir, impattando sia sul mercato nutraceutico (-2,2%) che sull’attività commerciale della società, a causa delle misure di contenimento dei contagi.

La divisione Nutraceutical ha subito un calo nel 1H20 del 27%, mentre la divisione Pharmaceutical è cresciuta del 12%.

Kt&Partners ricorda poi che i ricavi totali del primo semestre sono diminuiti del 22% a 19,2 milioni, con i prodotti nutraceutici e farmaceutici che hanno contribuito rispettivamente per 90% e il 10% delle vendite.

A seguito del minor livello di ricavi, non associato ad un analogo calo dei costi, l’Ebitda adj. è sceso a 2,3 milioni (-56% YoY) mentre l’utile netto adj. si è attestato a 0,7 milioni (-78% a / a). D’altra parte, l’indebitamento finanziario netto è calato di circa 5 milioni a 3,7 milioni alla fine del primo semestre.

Lo scorso 8 agosto Shedir ha annunciato l’acquisizione di Eminocs da una multinazionale farmaceutica svizzera per 0,8 milioni.

L’operazione, che include l’autorizzazione commerciale per Italia, Spagna e Paesi Bassi, dovrebbe contribuire ai risultati di Shedir entro la fine del 2020.

Alla luce dei risultati 1H20, dello sviluppo commerciale e dell’evoluzione dello scenario macroeconomico, KT&Partners ha aggiornato le proprie stime.

Le nuove proiezioni si basano sullo scenario peggiore previsto ad aprile (3 mesi di blocco e misure di allontanamento sociale estese) con una riduzione del 16% delle proiezioni dei ricavi 2020-22 e una variazione del -30% a livello di Ebitda nel 2020.

L’analista ha invece lasciato invariate le previsioni sull’Ebitda margin 2021-22 e le stime D&A, con una variazione del -16% dell’Ebitda e del -22% dell’utile netto.