Obbligazioni – Btp in direzione opposta al Vecchio Continente

Mattinata complessivamente positiva per l’obbligazionario europeo, con i Btp tuttavia in controtendenza, mentre non cessano le preoccupazioni per l’evoluzione della pandemia.

Preoccupazioni che pesano sull’andamento dei principali listini continentali, tutti in rosso, con il Ftse Mib che cede il 2,9 per cento.

In Europa aumenta ancora il numero di nuovi contagi, con le autorità che sono state costrette ad imporre parziali chiusure delle attività, mentre negli Usa i ricoveri nell’ultima settimana sono cresciuti del 10% in 32 stati.

Intanto si affievoliscono sempre più le speranze che venga raggiunto un accordo sui nuovi stimoli fiscali prima delle elezioni presidenziali del 3 novembre.

Tornando all’obbligazionario il rendimento del btp decennale sale allo 0,75% (+4 bp) separato da uno spread a 139 punti (+9 bp).

Al di là dell’Atlantico il tasso del T-Bond flette invece di 2 bp allo 0,75% mentre sul forex il cambio euro/dollaro ridiscende in area 1,174.