MailUp (Aim) – Crescono ricavi ed Ebitda nel 3Q 2020

Il Cda di MailUp ha preso visione di alcuni dati economico-finanziari consolidati relativi al terzo trimestre ed ai primi nove mesi dell’esercizio 2020.

Nel terzo trimestre i ricavi sono cresciuti su base annua del 13,1% a 16,2 milioni, mentre la crescita del fatturato dei primi nove mesi è pari al 9,7% (a 47,9 milioni).

Passando alle principali linee di business, nel trimestre il comparto SMS, legato in particolare all’attività di Agile Telecom, ha fatto registrare il fatturato più alto in valore assoluto, pari a circa 11,2 milioni, con una crescita del 13,8%, mostrando evidenti segni di recupero dopo il forte rallentamento del traffico legato alle aziende operanti nel retail nel secondo trimestre.

Il comparto Email, per sua stessa natura il più stabile e consolidato all’interno del Gruppo, ha registrato un incremento del 14,4% nel trimestre, attestandosi a oltre 4 milioni di ricavi.

I ricavi della linea di business Predictive Marketing, generati da Datatrics, mostrano una flessione del 5,9%, legata alla crisi generata dal Covid-19. A questo proposito, la Società ha avviato un piano di riorganizzazione delle attività di Datatrics, che include un rafforzamento dell’infrastruttura – migrata su Amazon AWS – e la revisione del modello di business in ottica di maggiore scalabilità e selfprovisioning.

In tale contesto, pur senza variazioni di organico, si procederà alla chiusura di Datatrics S.r.l. indicativamente entro il 31 dicembre 2020 con riallocazione di alcuni dipendenti in MailUp S.p.A. e si attendono gli effetti di tale ristrutturazione entro il Q3 2021.

Il fatturato realizzato all’estero rappresenta il 54,4% del totale nei primi nove mesi del 2020.

L’Ebitda consolidato del trimestre è superiore a 1,3 milioni, con un progresso del 13,7% rispetto al dato di pari periodo 2019, e di circa il 6% nei primi nove mesi (3,5 miloioni).

La posizione finanziaria netta consolidata al 30 settembre 2020 presenta un ammontare negativo (cassa) pari a oltre 2 milioni, lievemente inferiore rispetto al saldo di 2,4 mln al 31 dicembre 2019, principalmente a causa della stagionalità storicamente sfavorevole del Q3 e del riallineamento dei pagamento di alcuni fornitori di Agile Telecom.