BEI approva la Climate Bank Roadmap, più investimenti per il clima entro il 2025

Il board della Banca europea per gli investimenti (BEI), composto da rappresentanti degli Stati membri dell’UE, ha approvato la Climate Bank Roadmap (CBR) 2021-2025 che definisce in dettaglio come il Gruppo BEI mira a sostenere gli obiettivi del Green Deal europeo e sviluppo sostenibile al di fuori dell’Unione europea.

Entro la fine di questo decennio, il Gruppo BEI mira a sostenere almeno 1.000 miliardi di euro in azioni per il clima e investimenti per la sostenibilità ambientale.

Il Gruppo BEI si impegna ad allineare tutte le sue attività agli obiettivi e ai principi dell’Accordo di Parigi entro la fine del 2020.

Inoltre, la BEI si è impegnata ad aumentare il suo finanziamento annuale per l’azione per il clima e la sostenibilità ambientale a oltre il 50% entro il 2025, rispetto a poco più del 30% di oggi.

Nell’ambito della sua nuova politica di prestito energetico, nel novembre 2019, la BEI ha interrotto il finanziamento di nuovi progetti energetici che dipendono da combustibili fossili.

Gli ultimi progetti rimanenti riconosciuti dalla precedente politica energetica della BEI devono completare le loro approvazioni BEI in corso entro la fine del 2021.

La Roadmap rende operativi gli impegni dello scorso anno e si concentra su quattro aree chiave:

Accelerare la transizione: la BEI sosterrà le aree di interesse delineate nel Green Deal europeo, rafforzando il dialogo con gli Stati membri dell’UE, i Paesi in via di sviluppo ed emergenti, modellando lo sviluppo del business e l’innovazione dei prodotti. Nel 2021, la BEI presenterà un piano di adattamento (a sostegno della futura strategia di adattamento dell’UE) e una nuova politica di prestito per i trasporti (in risposta alla nuova strategia di trasporto più intelligente e sostenibile della Commissione europea);

Garantire una transizione giusta per tutti: la BEI presenterà un piano dettagliato per una transizione giusta nel 2021, una volta concordato il meccanismo dell’UE per una transizione giusta. A livello globale, la BEI sta rafforzando i suoi sforzi su temi chiave che sono al centro dello sviluppo sociale, della sostenibilità ambientale e dell’azione per il clima: uguaglianza di genere e conflitto, fragilità e migrazione:

Sostenere le operazioni allineate a Parigi: la CBR mette in funzione il concetto di allineamento agli obiettivi e ai principi dell’Accordo di Parigi per il Gruppo BEI. Inoltre, nel contesto della valutazione delle ragioni economiche per gli investimenti, la Banca utilizzerà un costo ombra rivisto e aumentato del carbonio. Ciò costituisce parte integrante di un test economico rafforzato verso nuovi progetti stradali. Il gruppo BEI presenterà linee guida dettagliate per coprire l’allineamento della controparte.

Costruire coerenza strategica e responsabilità: l’approccio del Gruppo BEI si baserà su tre aspetti trasversali: (1) politica, per stabilire come le attività legate al clima si inseriscono nel più ampio contesto della finanza sostenibile e della sostenibilità ambientale e sociale complessiva – compreso l’allineamento con la Tassonomia dell’UE; (2) trasparenza, responsabilità e garanzia della qualità; e (3) sostegno istituzionale alle attività del gruppo BEI. Nel 2021, la BEI si consulterà sul framework di gruppo per la sostenibilità ambientale e sociale e sugli standard ambientali e sociali.