Innovatec (Aim) – Ok del Cda ad acquisizione 50,1% di Clean Tech LuxCo per 5,8 milioni

Il Cda di Innovatec ha approvato l’acquisizione del 50,1% di Clean Tech LuxCo detenuto dalla società correlata Sostenya Group.

Clean Tech LuxCo, tramite la controllata Green Up, offre servizi di gestione integrata di raccolta, trasporto, trattamento, recupero, valorizzazione e smaltimento dei rifiuti speciali non pericolosi, assistendo i propri clienti per ottenere una gestione corretta ed efficace dei rifiuti e ridurre l’impatto ambientale dell’attività imprenditoriale con un progressivo incremento delle quantità di materiali recuperati in linea con i principi di economia circolare e Zero Waste.

Il corrispettivo per l’acquisizione del 50,1% di Clean Tech Luxco è pari a 5,831 milioni, e verrà pagato con la cessione delle 33 obbligazioni del Sostenya Bond al valore nominale di 100mila euro cadauna più dietimi di interessi, della partecipazione totalitaria in Sostenya Green a 1,7 milioni e dei crediti vantati dall’emittente verso Sostenya Green per 700mila euro.

L’acquisizione configura un’operazione di reverse take-over e un operazione tra parti correlate di maggiore rilevanza, ed è sospensivamente condizionata all’approvazione da parte dell’assemblea degli azionisti di Innovatec, convocata per il prossimo 29 dicembre.

L’Operazione ha l’obiettivo di creare un gruppo italiano quotato sull’AIM Italia totalmente integrato nella Clean Technology, cioè quell’insieme di tecnologie pulite che sviluppano processi, prodotti o servizi che riducono gli impatti ambientali negativi attraverso significativi miglioramenti dell’efficienza energetica, l’uso sostenibile delle risorse o attività di protezione ambientale.

L’integrazione con il Gruppo Target potrà arricchire ulteriormente il know how e le competenze in Innovatec in ambito di circular economy, consentendo di esplorare nuove opportunità di mercato, nonché di effettuare attività cross selling di servizi/progetti per poter accrescere in futuro i ricavi dell’Emittente realizzando soluzioni per i clienti della Target al fine di avere un sistema industriale eco innovativo tendente ad incrementare il fatturato, a garantire la persistenza nel mercato e ad avere una maggiore tenuta occupazionale.

Il fatturato pro-forma 2019 del gruppo integrato è pari a 97 milioni con un Ebitda pro-forma 2019 di 23,1 milioni (Ebitda margin del 24%) e una PFN pro-forma al 31.12.2019 positiva a 2,9 milioni e un Patrimonio Netto pro-forma di 13 milioni.