Net Insurance (Aim) – Colloca con successo bond subordinato convertibile da 5 mln, domanda oltre 2 volte l’offerta

Net Insurance ha completato con successo la procedura di collocamento di un prestito obbligazionario subordinato convertibile in azioni proprie della stessa Net Insurance.

Il collocamento è stato effettuato esclusivamente presso investitori qualificati in Italia e all’estero.

Ad esito del collocamento, che ha riscontrato un forte interesse da parte degli investitori istituzionali, con 23 richieste di sottoscrizione per un importo complessivo di 10,8 milioni e rappresentative di una domanda pari a 2,2 volte l’offerta, il cda ha deliberato di emettere le obbligazioni per un ammontare complessivo di 5 milioni.

Le obbligazioni, che verranno emesse alla pari e, quindi, al 100% del loro valore nominale, corrisponderanno un tasso del 4,60% su base annua, pagabile in due cedole semestrali, avranno una durata di 10 anni, salvo facoltà di rimborso anticipato da parte della società a partire dal quinto anno, e prevedranno due finestre di  conversione per anno fino al quinto anno, in coincidenza con lo stacco cedolare. Il taglio minimo di ciascuna obbligazione sarà di 100 mila euro.

Il rapporto di conversione sarà variabile in funzione della finestra di conversione. In particolare, il prezzo di conversione iniziale a partire dalla data di emissione è pari 6 euro per azione, con un rapporto di conversione iniziale pari a 16.666 azioni per ogni obbligazione.

A partire dal 1° gennaio 2024 sino al quinto anniversario dell’emissione delle obbligazioni, il prezzo di conversione sarà, invece, pari a 7 euro per azione, con un rapporto di conversione pari a 14.285 azioni per ciascuna obbligazione.

Con l’emissione delle obbligazioni, viene riservato a servizio dell’eventuale conversione un numero massimo di 833.333 azioni proprie detenute da Net Insurance, fatti salvi i dovuti aggiustamenti.

Le azioni proprie in portafoglio potranno così essere utilizzate a servizio del diritto di conversione delle emittende obbligazioni, per effetto del quale saranno dunque cedute ai titolari delle obbligazioni che si siano avvalsi del relativo diritto.

L’emissione e il regolamento delle obbligazioni sono previsti per il 17 dicembre 2020. È inoltre previsto che le obbligazioni, una volta emesse, costituiscano fondi propri di base di livello 2 di Net Insurance (Tier 2) ai sensi delle disposizioni prudenziali applicabili e che le stesse vengano ammesse alla negoziazione presso il Vienna MTF, sistema multilaterale di negoziazione gestito dalla Borsa di Vienna.

Come già annunciato in data 1° dicembre 2020, l’emissione delle obbligazioni, che è stata decisa anche in considerazione delle attuali condizioni del mercato azionario e obbligazionario, consentirà, tra l’altro, di rafforzare ulteriormente il livello di solidità patrimoniale, facendo leva su parte delle azioni proprie in portafoglio.

Il dato di Solvency II Ratio, infatti, superava il 160% al 30 giugno 2020 e si attesta a questi livelli anche al 30 settembre, come da recente comunicato del 12 novembre scorso.

“Questa operazione, pur nel suo contenuto ammontare, rafforza ulteriormente il nostro assetto patrimoniale, conferendo un margine aggiuntivo di flessibilità alla complessiva strategia patrimoniale della compagnia e testimoniando la fiducia degli investitori”, ha dichiarato Andrea Battista, Ad di Net Insurance.

Bper ha agito come arranger e placing agent dell’operazione, mentre KT&Partners ha agito in qualità di advisor finanziario di Net Insurance.

###

Resta sempre aggiornato sul tuo titolo preferito, apri l'Insight dedicato a Net Insurance