Planetel (Aim) – Presenta comunicazione di pre-ammissione in Borsa

L’operatore di telecomunicazioni Planetel ha presentato a Borsa Italiana la Comunicazione di Pre-Ammissione funzionale all’ammissione alle negoziazioni su AIM Italia.

L’operazione di IPO avverrà interamente attraverso un aumento di capitale. L’intervallo di prezzo delle azioni è stato fissato tra un minimo di 3,34 ed un massimo di 4,50 euro per azione. L’offerta si rivolge a investitori qualificati italiani ed esteri, con una tranche riservata ai dipendenti e collaboratori del Gruppo.

Planetel è capofila di un Gruppo fondato nel 1985 che opera nelle Telecomunicazioni a livello multiregionale e serve con fibra ottica oltre 19.000 Clienti, principalmente in Lombardia e Veneto, attraverso un approccio multicanale.

La Società, già operatore telefonico nazionale, oggi è anche un player con una rete in fibra ottica di circa 1400 Km, che fornisce a clienti Business, Wholesale e Residenziali le più avanzate soluzioni di connettività e comunicazione integrata in banda ultra-larga con architetture di rete FTTH-FTTB (Fiber to the Home – Fiber to the Building) e connettività via wireless, grazie ad una offerta che copre l’intera catena del valore dei servizi IT e servizi in “Cloud”, per l’elaborazione, la raccolta di elevate quantità di informazioni digitali.

Fattore critico di successo, soprattutto per la clientela Business, è rappresentato da una struttura di assistenza gestita “in house” fortemente radicata sul territorio.

La quotazione in Borsa è finalizzata ad accelerare il percorso di sviluppo di Planetel sia attraverso una crescita organica, derivante dal consolidamento della propria posizione di mercato, dal rafforzamento dell’organizzazione e dalla penetrazione su ulteriori mercati, sia per linee esterne, elevando ulteriormente lo standing della Società nei confronti dei propri committenti Pubblici e Business e il numero dei servizi offerti, anche al fine di consentire una espansione geografica.

Il 2019 è stato un anno molto positivo per la Società che ha visto crescere tutti gli indicatori economici di performance con risultati generati per il 50,4% dall’offerta di servizi di connettività, per il 19,6% da servizi di infrastrutture, per il 13,5% e per il 7,3% rispettivamente da servizi di ASP-Cloud e Office Automation, per il 5,8% da reselling e per la restante parte da servizi vari.

I dati pro-forma evidenziano un Valore della Produzione del Gruppo al 30 giugno 2020 pari a circa 9,8 milioni, mentre al 31 dicembre 2019 il Valore della Produzione è stato di circa 17,8 milioni. L’Ebitda al 30 giugno 2020 è di circa 1,8 milioni, rispetto al 31 dicembre 2019 in cui era pari a circa 2,6 milioni. L’Ebitda Margin nei primi sei mesi del 2020 è pari al 18%, mostrando una crescita rispetto al 15% circa del 31 dicembre 2019. La Posizione Finanziaria Netta al 30 giugno 2020 è negativa per 6,8 milioni rispetto ai circa 6,7 milioni al 31 dicembre 2019.