Servizi Finanziari Aim (+0,2%) – In luce Net Insurance (+0,8%)

Il Ftse Aim Italia ha terminato la seduta sulla parità rispetto al +0,2% del London Ftse Aim 100 e al +0,5% del London Ftse Aim All Share.

Sono passati di mano 7,7 milioni di pezzi, un volume superiore rispetto a quello degli ultimi 5 giorni e inferiore rispetto a quello degli ultimi 30 giorni.

Sul mercato il focus resta da un lato sull’andamento dei contagi da coronavirus nel Mondo (inclusa l’Italia) e sulle misure restrittive per rallentarne la corsa e, dall’altro, sulla prosecuzione della campagna vaccinale, che sarebbe dovuta entrare nel vivo nei prossimi mesi ma che probabilmente subirà degli slittamenti a causa di ritardi nelle forniture, anche se la situazione sembrerebbe migliorare. Ulteriori preoccupazioni derivano dalle varianti del virus e dall’incertezza sull’intensità dell’efficacia dei vaccini su di esse.

In Italia l’attenzione resta sui primi provvedimenti che prenderà il nuovo esecutivo guidato da Mario Draghi dopo avere ricevuto la fiducia del Parlamento.

L’indice Servizi Finanziari Aim ha chiuso a +0,2%.

Denaro su Net Insurance (+0,8%), che ha nominato un nuovo consigliere indipendente, e WM Capital (+1,9%).

Vendite su First Capital (-1,7%), che ha reso noto il NAV al 31 dicembre 2020, e Confinvest (-1,5%).