Analisi tecnica (Aim) – Neosperience: quadro grafico di breve periodo ancora neutrale

Dopo aver raggiunto lo scorso 23 marzo il massimo relativo intraday a 6,90 euro, le quotazioni dei titoli del gruppo attivo nella consulenza IT (marketing digitale e software per l’e-commerce) hanno avviato un’ampia fase laterale al di sotto dell’importante resistenza statica posizionata a 6,08 euro. Da segnalare che il movimento in esame dei corsi delle azioni Neosperience s’inserisce all’interno di un trend moderatamente rialzista nel medio periodo, mentre il quadro grafico è neutrale in ottica di lungo termine.

In questo contesto, un primo segnale di debolezza per le quotazioni dei titoli del gruppo presieduto da Dario Melpignano potrebbe essere rappresentato dal cedimento di un primo supporto statico posizionato a 5,76 euro, con possibile veloce discesa fino al successivo supporto, sempre statico, individuabile a 5,61 euro. Nel caso poi di rottura al ribasso di questo livello, il conseguente deterioramento del quadro grafico di medio periodo (a neutrale dal precedente rialzista), potrebbe far scivolare rapidamente i corsi delle azioni Neosperience verso un primo obiettivo di breve periodo posizionabile a 5,40 euro, al di sotto del quale il successivo target è 5,13 euro.

L’eventuale breakout della sopracitata barriera posizionata a 6,08 euro, al contrario, potrebbe favorire la ripresa del sopracitato uptrend di medio periodo per le quotazioni dei titoli del gruppo milanese, con possibile allungo fino alla successiva barriera statica individuabile a 6,34 euro. Soltanto il superamento, confermato in chiusura di seduta, di questo livello potrebbe proiettare i corsi delle azioni Neosperience verso i primi due obiettivi rialzisti posizionabili rispettivamente a 6,46 euro, il primo, e a 6,63 euro, il secondo.

La performance dei titoli Neosperience da inizio anno è pari a +11,4% (-33,5% nell’intero 2020) e il target price medio sulla base dell’unico analista rilevato da Bloomberg negli ultimi sei mesi è 10,73 euro, con un potenziale rialzista dell’82,5 per cento. A livello di scambi sul mercato Aim, la media giornaliera delle azioni trattate nelle ultime 21 sedute è di circa 36 mila pezzi. La capitalizzazione di Borsa è 44,7 milioni di euro.

Prezzo di chiusura: 5,88 euro

 

+12,8% è il potenziale rialzista rispetto alla quarta resistenza a 6,63 euro;

+9,9% è il potenziale rialzista rispetto alla terza resistenza a 6,46 euro;

+7,8% è il potenziale rialzista rispetto alla seconda resistenza a 6,34 euro;

+3,4% è il potenziale rialzista rispetto alla prima resistenza a 6,08 euro;

 

-2,0% è la potenziale flessione rispetto al primo supporto a 5,76 euro;

-4,6% è la potenziale flessione rispetto al secondo supporto a 5,61 euro;

-8,2% è la potenziale flessione rispetto al terzo supporto a 5,40 euro;

-12,8% è la potenziale flessione rispetto al quarto supporto a 5,13 euro.