Net Insurance (Aim) – KT&Partners alza fair value a 8,49 euro (upside del 45,1%) dopo i conti 2020

KT&Partners, dopo i conti del 2020, ha alzato il fair value di Net Insurance da 7,31 a 8,49 euro, prezzo che incorpora un potenziale upside del 45,1% rispetto al prezzo di chiusura di ieri (5,85 euro).

“Nel periodo 2019-20, Net ha ottenuto risultati eccezionali sia dal punto di vista operativo che della posizione patrimoniale, nonostante due “cigni neri”: l’appropriazione indebita di fondi nel 2019 e la pandemia da Covid-19 nel 2020″, mettono in luce gli analisti di KT&Partners.

I premi lordi contabilizzati del FY20 ammontano a 117,7 milioni (+39,4% YoY), superando sia l’obiettivo di Net che le previsioni degli analisti, rispettivamente del +4,3% e del +7,8%.

Tutte le quattro linee di business (CQS, Bancassurance, broker, digitale) hanno registrato una performance positiva, con le linee non CQS che rappresentano il 30% del totale dei premi raccolti.

Il CoR del Gruppo (al lordo della riassicurazione) si è attestato all’89% (circa +4pp vs FY19). Al netto della riassicurazione, il CoR è migliorato, passando dal 77% nel 2019 al 70% nel 2020 a seguito di una riduzione sia del net loss ratio che dell’expense ratio.

L’utile netto rettificato si è attestato a 7,6 milioni di euro, +1,1 milioni rispetto alle stime di Net Insurance e +2,5 milioni rispetto alla stima degli analisti di KT&Partners.

È stata registrata anche una solida posizione di capitale, con un rapporto di solvibilità del 177,2% (vs 166% nel 2019) anche a seguito dell’emissione di un subordinato quinquennale (Tier II) per un importo totale di 5 milioni.

Nonostante il Covid-19 e un blocco di due mesi in Italia, nel 2020 Net ha firmato cinque nuove partnership (Banca Popolare S. Angelo, Banca Popolare Pugliese, Banca Popolare del Lazio, BluBanca e Banco Desio).

Dopo il rafforzamento della rete distributiva portato avanti da Net negli ultimi due anni
(nove partnership siglate finora, tra cui l’ultimo accordo con Banca Popolare Valconca annunciato nel corso del primo trimestre 2021), Net è ora sulla buona strada per scalare la propria offerta.

Nel perseguire questa portata, Net potrebbe far leva su una rete distributiva di oltre 650 filiali. Nuovi accordi sono in preparazione.

L’anno 2021 è iniziato con una nota positiva per il canale, registrando una crescita del +90% a/a nel primo trimestre 2021.

Gli azionisti hanno sempre più fiducia nella strategia di Net. IBL Banca, principale azionista e partner strategico di Net, ha aumentato la sua partecipazione dal 19,85% al 22,31%, mentre la quota di First Capital supera il 5% (5,14%).

“Data la forte sovra-performance del 2020 in un contesto molto difficile, abbiamo aggiornato le nostre stime. Riteniamo che la posizione di capitale più resiliente, insieme a una rete di distribuzione rafforzata e un approccio insurtech pervasivo, continueranno a
essere i principali motori di crescita nei prossimi anni. Ora ci aspettiamo che GWP cresca a un +14,6% Cagr 2020-24, raggiungendo 202 milioni nel 2024”, spiegano gli analisti di KT&Partners.

“Prevediamo che il CoR scenderà gradualmente all’84% nel FY24. L’utile netto dovrebbe crescere da 13,6 milioni nel FY21 a 23,7 milioni milioni nel FY24, anche beneficiando anche del recupero dei fondi relativi alla frode. Infine, ci aspettiamo che l’indice di solvibilità rimanga superiore al 175% nel periodo 2021-24”, aggiungono gli esperti.

###

Resta sempre aggiornato sul tuo titolo preferito, apri l'Insight dedicato a Net Insurance