Mercati – Previsto avvio con rimbalzo dopo le perdite di ieri

Le borse europee dovrebbero iniziare la seduta in positivo, rimbalzando dopo il pesante sell-off di ieri in un mercato che guarda soprattutto alla riunione della Federal Reserve in programma tra oggi e domani.

Chiusura in rosso ieri a Wall Street, con lo S&P 500 che ha perso l’1,7%, registrando il peggior calo da maggio nonostante un lieve buy on-dip nel finale ha consentito di terminare al di sopra dei minimi intraday. Il Dow Jones ha ceduto l’1,8% e il Nasdaq il 2,2%.

Tra i mercati asiatici, stamane, Tokyo ha chiuso in ribasso dell’1,7%, alla riapertura dopo la pausa per festività di ieri. Hong Kong arretra dello0,6%, mentre Shanghai è ancora chiusi.

I mercati sono reduci dal pesante sell-off di lunedì, tra le preoccupazioni per il maggior default della storia cinese con la crisi del colosso Evergrande e il rischio di un effetto a catena sul comparto edilizio, tra i principali motori della crescita della Cina.

Lo sviluppatore immobiliare, indebitato per oltre 300 miliardi di dollari, non ha ripagato imprecisati interessi su prestiti bancari e giovedì è attesa un’altra rata da oltre 80 miliardi di dollari su bond con scadenza 2022.

Un’ulteriore fonte di incertezza per i mercati finanziari che va ad aggiungersi al rischio di un rallentamento della riapertura delle economie per la diffusione della variante Delta e alle pressioni sui prezzi alimentato dal rally delle commodities.

Il tutto mentre gli investitori sono intenti a digerire la prospettiva di una riduzione del sostegno monetario da parte delle banche centrali, con i fari puntati sulla riunione della Fed che terminerà domani con la conferenza stampa del chairman Jerome Powell.