ABP Nocivelli (Aim) – Risultati in crescita, pronta a implementare portafoglio ordini

“Siamo estremamente soddisfatti dei risultati raggiunti in un anno ancora influenzato dal Covid-19, che ha visto alcune commesse pluriennali slittare negli esercizi successivi. Abbiamo registrato un incremento del 4,5% del valore della produzione e un aumento molto più significativo dell’Ebitda (+9%), migliorando anche la redditività aziendale, con un utile netto in progresso del 15%”.

Sono queste le parole di Nicola Turra, Amministratore Delegato di ABP Nocivelli – azienda leader nazionale nelle operazioni di Partenariato Pubblico Privato (PPP) per la realizzazione di strutture sanitarie e ospedaliere – che ha presentato lunedì sera a mercati chiusi i risultati consolidati dell’esercizio 2020-2021 (chiusura 30 giugno 2021).

Come anticipato, i risultati hanno confermato la bontà dell’azienda bresciana che ha messo a segno un andamento positivo e controcorrente, in un contesto caratterizzato da un generale rialzo dei prezzi delle materie prime che ha penalizzato diversi competitors.

Nel corso dell’intervista l’Amministratore Delegato ha messo in evidenza l’incremento della Posizione Finanziaria Netta al 30 giugno 2021, cash positive per un ammontare pari a 31,5 milioni, che ha beneficiato dei flussi della gestione operativa e dei proventi raccolti in sede di IPO. Tale situazione ribadisce la solidità di un’azienda sana e in crescita, in grado di poter contare anche su un consistente portafoglio ordini di 240 milioni di Euro a fine esercizio con orizzonte temporale al 30 giugno 2024 (3,7x Valore della produzione 2020-2021).

Considerando inoltre l’effetto Covid-19 e lo slittamento di alcune opportunità, tra cui una serie di appalti e aggiudicazioni in essere, è ragionevole attendersi ora “un anno significativo per implementare ulteriormente il portafoglio: siamo presenti in diverse gare relative a lavori da implementare su diversi ospedali, che, salvo ulteriori slittamenti legati alla situazione contingente legata al Covid-19, ci aspettiamo possano essere concluse entro la fine del corrente esercizio”.

Nell’area di Brescia è atteso anche un piano di investimenti per la riqualificazione e ammodernamento degli Spedali Civili di Brescia, con interventi previsti per circa 500 milioni, di cui 300 riguardanti l’edilizia. Scenario positivo per ABP Nocivelli, pronta a intercettare parte delle risorse destinate, oltre a poter contare anche su un contratto di manutenzione della struttura ospedaliera bresciana in essere fino al 2042.

Bisogna inoltre ricordare che tutte le opportunità riguardanti il PNRR non sono ancora state oggetto di bandi e aggiudicazioni e che queste ultime saranno concretizzate nei prossimi 2-3 anni”, illustra Turra, aumentando gli elementi a supporto di un ulteriore incremento del portafoglio ordini.

“La nostra realtà è in prima linea per cogliere le opportunità del PNRR, ed avere una posizione finanziaria netta positiva in questo momento è sicuramente un aspetto che ci avvantaggia rispetto ai nostri competitors, specialmente i costruttori, appesantiti dai costi delle materie prime”. Un problema che non ha interessato ABP Nocivelli, considerando il ruolo preponderante dei servizi rispetto alle attività di cantiere nell’ultimo esercizio. Ciò ha permesso di mitigare il rialzo dei costi delle materie prime, di cui Turra ritiene prossima una stabilizzazione.

###

Resta sempre aggiornato sul tuo titolo preferito, apri l'Insight dedicato a ABP Nocivelli