Farmaè (Aim) – Fatturato +28% ed Ebitda +55% nel 1H21

Nel primo semestre 2021 Farmaè ha realizzato vendite pari a 40 milioni, con un aumento del 28% su base annua.

Il segmento online ha registrato un fatturato di 36,5 milioni, con un incremento del 25%, mentre l’offline ha registrato vendite per 2 milioni (+82%). I ricavi di co-marketing si sono attestati a 1,6 milioni (+51%).

Il portale web ha raggiunto oltre 20,1 milioni di visitatori con un tasso di conversione all’acquisto superiore alla media nazionale: sono stati venduti 4,1 milioni di prodotti (+11%) per quasi 396 mila clienti attivi (+13%).

Il tasso di conversione si è posizionato al 4,1% rispetto al 3,3% registrato nel 2020.

L’EBITDA si è attestato a 1,3 milioni, in aumento del 55%, mentre su su base adjusted è stato pari a 1,5 milioni (+45%).

L’EBIT è più raddoppiato a 0,6 milioni.

Il periodo si è chiuso con una perdita netta di 0,1 milioni (-0,3 milioni al 30 giugno 2020).

Sul fronte patrimoniale la liquidità netta è stata pari a 4,3 milioni, in aumento rispetto a
3,4 milioni di fine 2020.

Nell’ambito della strategia di crescita e di sviluppo “sarà priorità della società avviare nel secondo semestre 2021 l’integrazione di Amicafarmacia”.

“Presentiamo al mercato risultati in costante crescita”, commenta Riccardo Iacometti,
Founder e CEO di Farmaè, “che confermano la leadership e la solidità della nostra società sempre più lungimirante nel settore salute e benessere in Italia”.

E aggiunge “Una tappa fondamentale nel corso di questo esercizio è stata l’operazione AmicaFarmacia (il cui perfezionamento è previsto a fine mese), che ci consentirà di dare vita a un primario gruppo in Italia nella distribuzione di farmaci da banco e prodotti per la salute e il benessere, con ricavi aggregati nel 2020 superiori a 93 milioni di euro, per un bacino di quasi 60 milioni di utenti, forti di un CAGR del 63% per Farmaè e del 29% per AmicaFarmacia negli ultimi tre anni”.

###

Resta sempre aggiornato sul tuo titolo preferito, apri l'Insight dedicato a Farmaè