Estrima – Verso la quotazione sull’EGM per metà dicembre

Estrima, società italiana attiva nel settore della micro mobilità elettrica che produce i veicoli a marchio Birò, ha annunciato l’intenzione di procedere all’ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni ordinarie sull’Euronext Growth Milan.

L’Offerta, il cui completamento dovrebbe perfezionarsi entro la prima metà di dicembre, prevede una raccolta in aumento di capitale fino ad un massimo di 25 milioni di euro. Nel contesto dell’offerta è prevista la concessione, da parte di un socio di Estrima, di un’opzione di over allotment avente ad oggetto il prestito di azioni ordinarie della Società ai fini di un’eventuale sovrallocazione e/o stabilizzazione nell’ambito del collocamento, nonché un’opzione per l’acquisto (opzione greenshoe) al prezzo di offerta, il tutto per un numero di azioni ordinarie non superiore al 15% di quelle oggetto del collocamento complessivo.

Nel 2021, in vista del processo di quotazione, Estrima ha acquisito l’intero capitale sociale di Brieda e di Sharbie e, indirettamente, di UPooling, diventando cosi il gruppo Estrima. Il gruppo ricomprende anche Birò France sas, una società di diritto francese costituita nel luglio 2021, controllata al 66,6% da Estrima, che svolge attività di distribuzione territorio francese dei veicoli a marchio Birò.

I ricavi pro forma per il semestre chiuso al 30 giugno 2021 del gruppo Estrima, che tengono conto delle sopramenzionate operazioni societarie, sono stati pari a circa 14 milioni.

Nel processo di quotazione Estrima è assistita da Equita Sim in qualità di Global Coordinator, Bookrunner, Euronext Growth Advisor e Specialist.

Matteo Maestri, Presidente di Estrima, ha sottolineato che “dopo anni di crescita e osservazione del mercato, abbiamo deciso di avviare il percorso di quotazione per seguire l’inarrestabile trend mondiale di urbanizzazione, caratterizzato da un forte bisogno di una
mobilità semplice, sostenibile e orientata ai servizi. La nostra missione è, da un lato, semplificare la mobilità dei nostri clienti e, dall’altro, ridurre il traffico e l’inquinamento nelle nostre città. Vogliamo produrre un impatto positivo sulla qualità della vita e, pertanto, il nostro obiettivo è allargare il raggio d’azione verso nuove città, nuovi paesi e verso milioni di persone. Da oggi la nostra società apparterrà anche a coloro che decideranno di investirvi, grazie ai quali riusciremo a raggiungere più rapidamente tale obiettivo, aumentando il nostro valore e impattando positivamente sul pianeta”.