Global Markets Media – Tonfo di Meta Platforms (-24,8%) dopo risultati e outlook deludente sul 1Q 2022

Si riporta l’andamento odierno dei principali titoli internazionali del settore media:

Giornata negativa per i mercati azionari: in Europa, il Ftse Mib cede lo 0,9%, il Dax l’1,4% e il Ftse 100 lo 0,5%. A Wall Street, il Nasdaq perde il 2,1%, lo S&P 500 l’1,5% e il Dow Jones lo 0,8%

Meta Platforms (-24,8%) ha alzato il velo sui conti del quarto trimestre 2021.

Meta Platforms stima che il fatturato del primo trimestre 2022 sarà compreso tra 27 e 29 miliardi di dollari, in crescita del 3-11% anno su anno. Le attese erano per oltre 30 miliardi di dollari.

Meta Platforms prevede che le azioni ordinarie di Classe A inizieranno a essere negoziate sul Nasdaq con il ticker “META” nella prima metà del 2022. Questo sostituirà l’attuale simbolo “FB”, che è stato utilizzato dall’offerta pubblica iniziale della società nel 2012.

Il magnate Andrew Forrest ha detto giovedì che sta avviando un procedimento penale contro Facebook, società di Meta Platform, in un tribunale australiano, sostenendo che ha violato le leggi contro il riciclaggio di denaro e che la sua piattaforma è usata per truffare gli australiani. Lo si apprende da Reuters.

La causa presentata da Forrest presso la Corte dei Magistrati dell’Australia Occidentale sostiene che Facebook “non è riuscito a creare controlli o una cultura aziendale per evitare che i suoi sistemi siano utilizzati per commettere reati”.

Sostiene anche che Facebook è stato penalmente imprudente non prendendo misure sufficienti per impedire ai criminali di utilizzare la sua piattaforma di social media per inviare pubblicità truffaldina per frodare gli utenti australiani. Un’udienza iniziale è stata fissata per il 28 marzo, ha detto Forrest.

JP Morgan ha ridotto la raccomandazione su Meta Platforms da ‘buy’ a ‘neutral’, tagliando il target price da 385 a 284 dollari.

Loop Capital ha abbassato la raccomandazione su Meta Platforms da ‘buy’ a ‘neutral’, riducendo il target price da 380 a 230 dollari.

Raymond James ha ridotto la raccomandazione su Meta Platforms da ‘strong buy’ ad ‘outperform’, abbassando il prezzo obiettivo da 410 a 340 dollari.

Publicis (+0,4%) ha comunicato i risultati del 2021.

Publicis stima per il 2022 una crescita organica tra +4% e +5%, circa il 17,5% del margine operativo e circa 1,4 miliardi di free cash flow.

Walt Disney (-1,9%) starebbe cercando un manager dello sviluppo del business per il team di esperienze digitali per creare una tabella di marcia più mirata per le imprese del marchio nello spazio NFT, secondo quanto riferisce la stampa.