Net Insurance – KT&Partners conferma “Add” con tp a 9,42 euro (upside del 34,6%)

KT&Partners ha confermato il giudizio “Add” e limato il target price a 9,42 euro da 9,79 euro sul titolo Net Insurance, un prezzo che incorpora un potenziale upside del 34,6% rispetto alla quotazione attuale.

Indicazioni che seguono gli ottimi risultati del FY 2021 registrati in tutti i segmenti di business.

I premi lordi emessi sono aumentati del 26,8% su base annua a 149,3 milioni, superando dell’11% degli obiettivi del business plan dell’azienda e sostanzialmente in linea le aspettative degli analisti (-0,6%).

I premi lordi sono aumentati sia nel segmento Danni (+21,7% a/a) sia nel segmento Vita (+32,5% a/a).

Il business Cessione del quinto dello stipendio e della pensione ha continuato a contribuire per la maggior parte della raccolta totale, sebbene la sua incidenza sia diminuita
di circa 9pp a circa il 60% principalmente a seguito dell’ampliamento della linea di bancassicurazione (+86% a/a).

Infatti, il canale di bancassicurazione ha contabilizzato premi per 28,3 milioni pari a circa il 19% del totale, risultato della strategia eseguita con successo dal management in meno di tre anni, portando ad una rete di 18 partner (di cui 2 acquisito nel 2022) e circa 1.000 filiali in Italia per distribuire le proprie polizze.

La solidità patrimoniale di è confermata anche da AM Best, che ha affermato quella dell’azienda Financial Strength Rating di B+ (Buono) e il Long-Term Issuer Credit Rating di “bbb–” (Buono).

Il CdA ha proposto un dividendo per azione di 0,17 euro (2,4% di dividend yield).

Gli analisti ricordano che lo ad aprile la Società ha annunciato due importanti prossimi eventi: il 23 giugno verrà presentato un nuovo piano industriale aggiornandone le linee guida per il periodo 2022-25 e il Cda ha approvato il tra,slisting all’Euronext STAR entro la fine del 2022,

Dopo i risultati del FY21, KT&Partners ha lasciato invariate le stime di topline, mentre ha rivisto al ribasso le proiezioni dei profitti per tenere conto delle richieste di risarcimento superiori alle attese e dei costi di commissione.

Oggi gli analisti prevedono che la raccolta premi cresca a un Cagr 21-24 del 12,2%, raggiungendo 211 milioni nel 2024, mentre il Combined ratio dovrebbe fissarsi all’87,1% nel FY22, in graduale diminuzione all’82,6% nel FY24.

L’utile netto dovrebbe crescere da 21,6 milioni del FY22 a 24 milioni nel FY24, beneficiando anche di circa 13 milioni di incassi dal recupero fondi legati alla frode “Mister X”. Adeguando per somme recuperate, l’utile netto FY22 a dovrebbe raggiungere 14,5 milioni, in aumento a un Cagr 21-24 del 25,8%.

Infine, il tasso di solvibilità è stimato rimanere al di sopra del 185% nel periodo 2022-24.

###

Resta sempre aggiornato sul tuo titolo preferito, apri l'Insight dedicato a Net Insurance