Atlantia – Ricavi (+10%) per l’aumento del traffico nel primo semestre 2017

25

Tutti in crescita i principali indicatori economici del gruppo Atlantia nel primo semestre 2017. I ricavi operativi consolidati  si attestano a 2,8 miliardi (+10% a/a), l’Ebitda a 1,7 miliardi (+10%) e l’utile netto a 518 milioni (+25% e +6% su base omogenea). L’indebitamento finanziario pari a 11,4 miliardi si riduce di 256 milioni rispetto a fine 2016. Gli investimenti operativi sono risultati pari a 478 milioni. Aumenta il traffico autostradale sia sulla rete italiana (+2,9%), sia su quella estera (+3%). Il traffico passeggeri di Aeroporti di Roma è in aumento dello 0,6% mentre quello dell’aeroporto di Nizza è cresciuto del 3,7 per cento.

La holding di Autostrade per l’Italia e Aeroporti di Roma chiude il primo semestre 2017 con un giro d’affari consolidato pari a 2,8 miliardi, in crescita del 10% rispetto all’anno precedente.

Nel dettaglio, il giro d’affari delle attività autostradali italiane (65,6% del totale) aumenta del 4% a 1,8 miliardi, principalmente per i maggiori ricavi da pedaggio (+3,7% a 1,7 miliardi) essenzialmente per la l’aumento del traffico del 2,9% (+3,4% depurato dall’effetto anno bisestile) e degli incrementi tariffari annuali (+0,64% per Autostrade per l’Italia).

I ricavi delle attività autostradali estere (11% del totale) salgono del 24% a 316 milioni (+10% a parità di cambio). Aumenta complessivamente il traffico del 3% (+3,6% neutralizzando gli effetti calendariali), con crescite sostenute dei volumi di traffico in Cile (+5,1%) e in Polonia (+6,9%) e di un più contenuto 0,7% in Brasile.

Il giro d’affari delle attività aeroportuali italiane (15% del totale) segna una crescita del 7% a 428 milioni, sostenuto dai ricavi per servizi aeronautici (+3% a 301 milioni). Nel periodo Aeroporti di Roma (Fiumicino e Ciampino) ha accolto oltre 22 milioni di passeggeri, con una crescita dello 0,6% (+1,1% neutralizzando gli effetti calendariali).

I ricavi delle attività aeroportuali estere (4,4% del totale) cifrano in 127 milioni, di cui 72 milioni per servizi aeronautici, composti principalmente dai corrispettivi dell’aeroporto di Nizza, Cannes e Saint-Tropez

L’Ebitda del gruppo con un progresso del 10% supera 1,7 miliardi (+6% su base omogenea), con un maggiore contributo di quello realizzato dalle attività autostradali italiane (+4% a 1,1 miliardi). Aumenta del 29% a 242 milioni (+10% a parità cambio) l’Ebitda delle attività autostradali estere e del 12% a 27 milioni quello delle attività aeroportuali italiane. E’ di 43 milioni l’Ebitda apportato dalle attività aeroportuali estere.

L’Ebit segna poi un progresso del 19% portandosi a 1,1 miliardi.

Il gruppo chiude il periodo con un utile di pertinenza pari a 518 milioni in aumento del 25% (+6% su base omogenea).

L’indebitamento finanziario netto a fine giugno 2017 ammonta a 11,4 miliardi, in contrazione di 256 milioni rispetto a fine 2016. Gli investimenti operativi hanno assorbito a 478 milioni (566 milioni nel pari periodo 2016), dei quali 243 milioni riguardanti le attività autostradali italiane, 87 milioni quelle estere e 105 milioni le attività aeroportuali italiane.