Cad It – L’evoluzione tecnologica al servizio della crescita futura

237

La software house veronese rappresenta una delle realtà più dinamiche nel settore dell’Information Technology, con una posizione di leadership nell’offerta di soluzioni software per l’intermediazione di strumenti finanziari, per la riscossione dei tributi in Italia e per le PMI nel settore industriale. Il gruppo prosegue inoltre l’impegno nell’espansione verso i mercati europei e internazionali, insieme alla costante attenzione ad opportunità di sviluppo, sia organico che per linee esterne.

Il gruppo CAD IT archivia il primo semestre del 2017 con risultati molto positivi, che evidenziano un miglioramento di tutti i principali aggregati economici. Ad una moderata crescita dei ricavi segue uno sviluppo a doppia cifra dell’Ebitda, un Ebit quasi triplicato e un utile netto più che raddoppiato rispetto al primo semestre dello scorso anno. A tutto ciò si aggiunge un incremento di quasi 3 milioni di liquidità netta rispetto all’ammontare di fine anno 2016.

La software house ha quindi tutte le carte in regole per poter concludere l’esercizio in corso con un buon andamento del giro d’affari che, ricordiamo, deriva per la maggior parte dal settore bancario nazionale. Inoltre, un’ulteriore spinta al valore della produzione arriva dalla crescita delle attività del gruppo a livello europeo ed internazionale, accompagnata dall’acquisizione di nuovi clienti in settori limitrofi a quelli delle istituzioni finanziarie.

Le strategie di sviluppo adottate da CAD IT sono rivolte a soddisfare le priorità che le banche italiane ed europee si trovano oggi a fronteggiare. Le istituzioni finanziarie, infatti, si trovano di fronte a costanti esigenze di aggiornamento in base alle ultime normative introdotte a livello internazionale, europeo e nazionale, ma contemporaneamente ricercano miglioramenti di risultati e marginalità.

La software house sta inoltre proseguendo l’impegno nell’espansione verso i mercati europei ed internazionali e sta costantemente valutando eventuali opportunità di sviluppo, sia diretto che per linee esterne, tramite accordi di collaborazione, nonché mediante acquisizioni di partecipazioni in società sinergiche con quelle del gruppo veronese.

E tutto ciò senza tralasciare la parte significativa delle attività e delle risorse che CAD IT dedica nella Ricerca e Sviluppo, realizzando nuovi software o evolvendo i propri. Tali attività sono finalizzate all’evoluzione tecnologica dell’ingente parco software con l’obiettivo di consolidare il business tradizionale e diversificare l’offerta del gruppo con nuovi prodotti.

Un’azienda dinamica e innovativa con prodotti basati su tecnologie flessibili

Il gruppo CAD IT si distingue per l’offerta integrata di un’ampia gamma di prodotti e servizi nel settore bancario, della piccola e media impresa e della Pubblica Amministrazione: pacchetti applicativi standard e personalizzati, manutenzione e aggiornamento del software, consulenza e formazione.

Grazie al know-how sviluppato, alla qualità del portafoglio clienti e alle importanti alleanze tecnologiche e commerciali con partner di rilievo internazionale, il gruppo CAD IT è leader in Italia nello sviluppo di sistemi informativi per il back office titoli.

Negli anni è stato realizzato un costante allargamento dell’offerta attraverso la continua crescita di nuove competenze e un’attenta politica di acquisizioni e partnership. Forti di rilevanti investimenti in ricerca e sviluppo e di un monitoraggio costante dei requisiti di business, CAD IT ha sempre privilegiato lo sviluppo di prodotti in sintonia con le nuove esigenze di mercato, ricercando sempre l’anticipazione dei bisogni dei propri clienti.

Area di Business Finanza

Un importante progetto di sviluppo riguarda l’evoluzione della Suite Area Finanza, costituita da moduli autonomi ed integrati in grado di svolgere ciascuno la propria specifica attività ed interfacciarsi con gli altri per garantire alti standard di efficienza nella gestione dei dati evitando le ridondanze, in un’ottica di semplificazione del prodotto e delle modalità di rilascio.

Le evoluzioni consentono di rendere la Suite ancor più appetibile per il mercato internazionale. In particolare, è molto intensa l’attività di evoluzione e innovazione della Suite, con l’obiettivo di migliorare la user experience e creare nuove funzionalità o moduli richiesti dal mercato nazionale ed internazionale.

La suite Area Finanza oggi è considerata lo standard sul mercato italiano per la gestione dei processi legati ai titoli con una quota, secondo la stima della società, pari a circa il 90% degli sportelli bancari italiani. Dal 2006, dopo forti investimenti in ricerca e sviluppo e grazie a partnership strategiche, Area Finanza è stata proposta con successo sul mercato internazionale e oggi istituzioni finanziarie di primario standing in Germania, Regno Unito, Svizzera e Repubblica Ceca utilizzano la suite o parte di essa.

Area Finanza è garanzia di adeguamento normativo e di innovazione tecnologica, in cui CAD IT investe annualmente oltre il 30% dei ricavi in ricerca e sviluppo, coinvolgendo partner Tecnologici e di Business, Università e Regulators. Sono più di 200mila gli utenti finali che ne alimentano la “User Experience”.

Area di Business Pubblica amministrazione

La software house veronese opera in questo settore attraverso la propria controllata SMART LINE, azienda italiana con sede a Prato che vanta più di 20 anni di esperienza nell’ambito delle Riscossioni Tributi sul territorio.

La suite Sistema Esazione Tributi (SET) è la soluzione informatica Nazionale a supporto delle società che gestiscono la riscossione pubblica. L’attività in questo settore è nata negli anni 80 e si è sviluppata seguendo costantemente le evoluzioni normative e funzionali che hanno caratterizzato la gestione delle entrate sia di tipo “volontario” che di tipo “coattivo”.

Dal 2006, in previsione della decentralizzazione della riscossione delle imposte locali, CAD IT ha dedicato ingenti investimenti per lo sviluppo della suite denominata FE per la gestione della Fiscalità per gli Enti, capitalizzando l’esperienza maturata nella Riscossione dei Tributi a livello Centrale.

FE offre strumenti avanzati per la gestione della riscossione delle entrate a servizio di tutte le tipologie di Enti centrali e locali, dalla predisposizione delle “liste di carico” fino alla riscossione e rendicontazione dei versamenti. I clienti sono gli Enti, le Società Concessionarie, gli Agenti della Riscossione e i gruppi bancari che svolgono il servizio di Tesoreria e di Riscossione.

Area di Business Industria

Il gruppo può contare su un’attività storica nell’ambito del settore industriale, sinergica a quella rivolta al settore finanziario, e su una capacità di offerta di soluzioni per l’e-business in continua evoluzione. La Divisione Industria di CAD IT offre piattaforme gestionali caratterizzate dalla massima flessibilità e modularità, rappresenta un punto di riferimento per le aziende del “made in Italy”: fashion e food.

In questi settori, infatti, CAD IT ha l’obiettivo di fornire specifiche competenze, strumenti e servizi ad alto valore aggiunto in grado di garantire immediati benefici. I clienti sono imprese dislocate sul territorio italiano con sedi estere e con una forte propensione all’internazionalizzazione. Aziende che sono cresciute con la collaborazione di CAD IT nell’ammodernamento e nella revisione dei propri processi aziendali. Con loro sono stati disegnati modelli organizzativi per poter operare scelte in tempi rapidi ed economicamente sostenibili.

CAD IT, grazie al supporto di Partner strategici, è in grado di fornire servizi completi consentendo ai propri clienti di effettuare scelte che portino alla realizzazione di sistemi avanzati supportati dalle migliori competenze specifiche presenti sul mercato.

L’andamento del settore ICT

Secondo i recenti dati forniti da Assinform, nel primo trimestre del 2017 la crescita del mercato digitale italiano ha accelerato, toccando il 2,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e avvalorando le previsioni di crescita per il triennio 2017-2019 (+2,3% nel 2017, +2,6% nel 2018 e +2,9% nel 2019).

In uno scenario che conferma una ritrovata vitalità, grazie al ruolo trainante delle componenti più innovative e ad un generale salto di consapevolezza sulle potenzialità del digitale compiuto dal Paese, permangono però criticità.

La prima riguarda il passo della ripresa che, per quanto buono, non basta ancora a colmare il ritardo accumulato e a coinvolgere le tante PMI che animano il tessuto produttivo. La seconda riguarda il gap di specialisti digitali, che rischia di condizionare gli investimenti delle aziende e l’effetto delle politiche di stimolo all’innovazione.

Il mercato digitale italiano si è rimesso in moto, promettendo tassi di crescita in costante miglioramento almeno sino al 2019 sulla spinta dei processi di trasformazione digitale in tutti i principali settori. I tassi di crescita medi annui stimati tra il 2016 e il 2019 sono del 4,4% nell’industria, del 4% nelle banche, del 4,5% nelle utility, del 4,2% nelle assicurazioni, del 3,6% nei trasporti, del 4,7% nella distribuzione.

Tutte dinamiche incoraggianti, che tuttavia trovano meno riscontro nella PA, in cui la spesa in digitale è prevista in rallentamento con un tasso di crescita medio annuo di poco meno del 2%, ad eccezione della sanità che, invece, promette un tasso medio annuo di crescita del 3% circa.

Un grande impegno nella ricerca e sviluppo per consolidare il business

Il gruppo CAD IT dedica una parte significativa delle proprie attività e risorse all’ideazione, realizzazione ed evoluzione dei propri software, destinati ad essere ceduti in licenza d’uso ai clienti o direttamente utilizzati per lo sviluppo dei prodotti e l’erogazione dei servizi resi ai clienti. In particolare sono proseguite le attività di realizzazione di nuovi software e moduli finalizzati all’accrescimento funzionale e/o all’evoluzione tecnologica dell’ingente parco software con l’obiettivo di consolidare il business tradizionale, diversificare l’offerta del gruppo con nuovi prodotti e in settori limitrofi a quelli già presidiati e verso nuovi mercati anche all’estero.

Un importante progetto di sviluppo in corso è quello relativo al nuovo prodotto Anagrafe Generale, soluzione moderna, tecnologicamente all’avanguardia, flessibile e versatile, che potrà consentire un facile adeguamento alle continue variazioni di normativa ed esigenze commerciali od operative degli istituti bancari. Tenuto conto della centralità e criticità della procedura, che costituisce una delle fonti primarie di dati per tutto il sistema informativo bancario, grazie ai tools in sviluppo, CAD IT potrà offrire nell’ambito dei progetti di implementazione un percorso di migrazione graduale, con un periodo di coesistenza e sincronizzazione tra vecchio e nuovo sistema anagrafico, al fine di consentire sia l’integrazione ed interfacciamento con le altre procedure del sistema, che la normalizzazione dei dati da riversare nella nuova anagrafe.

Ulteriori nuovi sviluppi software avviati riguardano la gestione dei Piani Individuali di Risparmi PIR, prodotti istituiti con la Legge di Bilancio 2017 che consentono di accedere a benefici fiscali investendo in strumenti finanziari qualificati, ovvero riferiti in prevalenza ad imprese italiane anche medie e piccole, mantenendo il piano per almeno 5 anni.

Partner strategico che aiuta le banche a stare al passo coi tempi

Le strategie di sviluppo adottate per l’anno in corso sono rivolte a soddisfare le priorità che le banche italiane ed europee si trovano oggi a fronteggiare. Le istituzioni finanziarie, infatti, si trovano di fronte a costanti esigenze di adeguamento dei propri processi e strutture, finalizzati al tempestivo recepimento delle novità normative e regolamentari introdotte a livello internazionale, europeo e nazionale, ma contemporaneamente ricercano miglioramenti di risultati e marginalità per affrontare il contesto di mercato, che mostra peraltro alcuni segnali di ripresa.

Per consentire uno sviluppo efficiente, tempestivo e coordinato delle procedure per l’adeguamento ai nuovi regolamenti, CAD IT ha organizzato una serie di “gruppi di lavoro” in collaborazione con i propri clienti, per approfondire le specifiche novità. Sul fronte del perseguimento di migliori marginalità, gli istituti finanziari sono costantemente impegnati nella ricerca del contenimento dei costi e nell’ampliamento delle aree di business.

Anche su tali fronti CAD IT si propone come partner strategico dei propri clienti con soluzioni innovative, come il nuovo Hub Ordini e l’Anagrafe Generale, in grado di sfruttare nuove tecnologie che consentono il raggiungimento di alti standard di efficienza nella gestione dei dati e dei processi, con significative riduzione di tempi e costi nell’elaborazione degli stessi.

Per supportare gli istituti finanziari nelle strategie di ampliamento delle aree di business e di volume d’affari, CAD IT propone infine un Framework per la Banca Digitale di nuova generazione e, grazie alle importanti esperienze e referenze maturate nell’ambito delle soluzioni per promotori finanziari, offre le proprie competenze anche agli istituti finanziari che vogliono innovare e valorizzare le proprie offerte e reti.

I principali obiettivi strategici e le prospettive per la fine dell’anno

Oltre alle opportunità citate i principali obiettivi strategici perseguiti dalla società e dal gruppo riguardano il mantenimento e l’ulteriore rafforzamento della posizione di leadership nel mondo bancario nazionale, l’ampliamento del portafoglio clienti nel settore assicurativo, in quello delle società fiduciarie, nel settore della riscossione dei tributi locali, la diffusione dei nuovi prodotti relativi alla business intelligence, la promozione del software nel settore industriale a società di medie/grandi dimensioni anche internazionali.

Il gruppo prosegue inoltre l’impegno nell’espansione verso i mercati europei ed internazionali, che potrà essere favorito dalla società collegata spagnola, Software Financiero Bolsa, acquisita nell’aprile 2016, oltre che dalle referenze ottenute dai clienti esteri e dai processi d’internazionalizzazione dei grandi gruppi bancari italiani ed europei.

Sono costantemente all’attenzione degli amministratori di CAD IT eventuali possibili opportunità di sviluppo, sia diretto che per linee esterne, tramite accordi di collaborazione tecnica o commerciale, nonché mediante assunzioni o acquisizioni di partecipazioni destinate alla realizzazione di attività complementari e sinergiche rispetto quelle già esistenti.

Le prospettive per l’anno in corso sono di un buon andamento dei ricavi delle vendite e prestazioni del gruppo nel settore bancario nazionale, tenuto conto delle numerose e importanti evoluzioni normative alle quali i clienti si devono adeguare. Inoltre, la crescita delle attività del gruppo a livello europeo ed internazionale e l’acquisizione di nuovi clienti in settori limitrofi a quello delle istituzioni finanziarie potranno contribuire all’incremento del valore della produzione rispetto all’esercizio 2016.

Forte sviluppo dell’Ebitda e utile netto più che raddoppiato nel primo semestre

La software house veronese ha archiviato i primi sei mesi del 2017 con risultati molto positivi, che hanno evidenziato un miglioramento di tutti i principali aggregati economici.

Nel periodo gennaio-giugno 2017 i ricavi per vendite e prestazioni ammontano a 26,9 milioni, in crescita del 2,1% su base annua.

Ottima performance dell’Ebitda, in aumento del 31,4% rispetto al pari periodo del 2016 a 4,6 milioni, con un incremento dell’Ebitda margin di quasi 4 punti percentuali (da 13,2% a 17%). Da segnalare inoltre i minori costi per servizi, diminuiti da 4,8 a 4 milioni.

Dinamica positiva che si è nettamente amplificata a livello di Ebit, con il reddito operativo passato da 0,6 a 1,6 milioni. Lieve variazione per gli ammortamenti, da 2,9 a 3 milioni, in seguito ai piani di ammortamento di procedure software che sono divenute disponibili all’utilizzo e alla vendita.

Il semestre si è chiuso con un utile netto di competenza dei soci pari a 1,2 milioni, più che raddoppiato rispetto a 0,5 milioni del pari periodo 2016.

La posizione finanziaria netta consolidata del gruppo al 30 giugno 2017 è attiva per 3,8 milioni rispetto a 0,2 milioni registrati al 31 dicembre 2016.

Evoluzione dei ricavi

Di seguito viene presentata un’analisi comparativa di CAD IT e dei suoi principali peers sul periodo 2014-2019 dal lato dei ricavi e dei margini operativi. Nel confronto sono stati selezionati le italiane Reply, TXT ed Exprivia, la svizzera Temenos Group e l’inglese Fidessa.

Per quanto riguarda i dati prospettici le stime relative a CAD IT sono state ricavate dallo studio del 27 settembre scorso di UBI Banca, mentre per tutte le altre società viene riportato il consensus fornito da Bloomberg.

Per tutto il periodo di analisi CAD IT presenta un tasso di sviluppo medio annuo dei ricavi inferiore a quello delle società del campione. In particolare, per il triennio storico 2014-2016 il Cagr della software house è pari al -0,9% contro il +11% della mediana dei peers, mentre nel periodo prospettico le stime fornite dagli analisti indicano per CAD IT un tasso del +3,4% e per i comparables una crescita del 7,8 per cento.

Evoluzione dell’Ebitda

Per quanto riguarda l’Ebitda i dati storici mettono in luce una crescita sotto la media per CAD IT, che nel triennio 2014-2016 ha realizzato un incremento del 2,7% annuo del margine operativo lordo, contro il +10% della mediana dei peers.

La situazione si ribalta però osservando i dati prospettici, con un Cagr atteso del +12,1% per la società veronese a fronte del +11% delle società comparabili.

Evoluzione dell’Ebit

Andamento analogo con quello del margine operativo lordo per quanto concerne l’Ebit. Nell’ultimo triennio infatti CAD IT ha sottoperformato le società del campione, con uno sviluppo medio annuo del reddito operativo pari al -16%, contro una mediana dei peers che raggiunge il +11,1 per cento.

I dati prospettici, invece, mostrano per l’azienda veronese un Cagr 2016-2019 del +38,9% contro il +12,4% delle società comparabili.

Borsa

Nata a Verona nel 1977 CAD IT è quotata presso il segmento STAR di Borsa Italiana dall’ottobre 2000.

Da inizio anno il titolo ha guadagnato circa il 18%, passando dai valori minimi di inizio gennaio in area 3,6 euro agli attuali 4,344 euro (prezzo di chiusura di venerdì 6 ottobre). Nel dettaglio, le azioni non hanno mai perso vigore fin dagli inizi del 2017, toccando il picco massimo dell’anno lo scorso 21 settembre a 4,47 euro, in concomitanza con i risultati molto positivi del primo semestre 2017. Nei giorni successivi le quotazioni si sono stabilizzate portandosi ai livelli attuali.

Come si può vedere dal grafico qui sopra, dall’inizio del 2017 il titolo ha inoltre sottoperformato di circa 30 punti percentuali il Ftse Italia Tecnologia e di 20 punti il Ftse Italia Star.

Criticità

Il mercato dell’Information Technology è altamente competitivo. Alcuni concorrenti potrebbero cercare di ampliare a danno di CAD IT la propria quota di mercato. Inoltre, l’intensificarsi del livello di concorrenza e il possibile ingresso, nei settori di riferimento del gruppo, di nuovi soggetti che siano in grado di offrire prezzi più contenuti potrebbe condizionare l’attività del gruppo e la possibilità di consolidare o ampliare la propria posizione competitiva.

Il principale mercato di sbocco a cui il gruppo attualmente si rivolge è quello degli istituti bancari e finanziari. Il mercato della consulenza informatica è infatti legato all’andamento dell’economia dei paesi industrializzati, dove la domanda di prodotti ad alto contenuto tecnologico è più elevata.

A causa delle prospettive di consolidamento del settore finanziario europeo e l’andamento gestionale il quadro congiunturale complessivo nel medio/lungo termine resta tuttavia ancora difficile ed incerto a livello nazionale ed internazionale. Ciò nonostante, il management di CAD IT prevede che possano essere colti risultati positivi in considerazione dell’attività e delle azioni già sviluppate e di quelle programmate nei piani di sviluppo della società e del gruppo.

Un altro punto di criticità è la concentrazione dei ricavi su un numero relativamente ristretto di clienti, la cui eventuale perdita potrebbe incidere negativamente sulla futura attività e situazione economica, patrimoniale e finanziaria del gruppo. Il management ritiene comunque che i risultati non dipendano in maniera significativa da alcuno specifico cliente in particolare, in quanto tali clienti provvedono all’aggiornamento dei propri sistemi informativi in tempi diversi e con una periodicità caratterizzata da tempi piuttosto lunghi.