Health Italia (Aim) – Balzo dell’utile netto a 3 mln nel 1° sem. 2019

Nel primo semestre 2019 Health Italia ha realizzato ricavi consolidati pari a 14,6 milioni, in aumento del 7,5% su base annua.

Si segnala che dal 1° gennaio 2019 il gruppo ha adottato il principio contabile IFRS 16 “Leasing” utilizzando il metodo dell’applicazione retrospettiva modificata in base al quale le informazioni comparative non sono state modificate. L’adeguamento del bilancio di apertura a seguito della prima applicazione dell’IFRS 16 ha determinato un aumento delle attività e delle passività finanziarie del medesimo importo. Non sono pertanto emersi impatti sul patrimonio netto in quanto i valori delle attività e delle passività coincidono.

La dinamica positiva del fatturato è stata compensata dall’aumento dei costi esterni e del costo del lavoro, necessari per investire nelle società controllate entrate nel perimetro di consolidamento per lo sviluppo delle loro attività, nonché per l’inserimento di nuove figure manageriali.

Tutto ciò si è riflesso sull’Ebitda, rimasto sostanzialmente stabile (+0,3%) a 1,6 milioni.

L’Ebit è diminuito del 49% a 0,7 milioni, scontando ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni aumentati a 0,9 milioni dai precedenti 0,2 milioni.

Il saldo della gestione finanziaria ha registrato proventi netti balzati a 4,8 milioni, dai precedenti 56mila euro, mentre gli oneri diversi sono saliti a 1,2 milioni dai precedenti 0,2 milioni.

Il periodo in esame si è chiuso con un utile netto più che triplicato a 3 milioni.

Sul fronte patrimoniale l’indebitamento finanziario netto si è attestato a 6,2 milioni, in calo di 2,5 milioni rispetto a fine 2018.

Health Italia ha confermato nei primi sei mesi del 2019 la propria strategia di crescita interna, nonché tramite acquisizioni ampliando il perimetro di consolidamento con l’acquisto di nuove società finalizzate a integrare e arricchire il modello di business del gruppo.

Inoltre, l’ampliamento del modello commerciale anche tramite la crescita delle reti di promozione e degli Health Point, nonché tramite lo sviluppo di innovativi modelli di vendita dei prodotti nutraceutici e cosmeceutici, ha consentito e dovrebbe consentire di mantenere in linea i ricavi con le attese di piano.

I percorsi di business intrapresi e le potenziali sinergie con le società acquisite permetteranno di ampliare ed integrare in modo sinergico il modello di business del gruppo, creando i presupposti per l’implementazione del sistema aziendale, con una maggiore capacità di sviluppo, con riflessi positivi sui ricavi e sulla redditività.

L’Ad di Health Italia, Massimiliano Alfieri, ha così commentato: “I risultati del primo semestre 2019 confermano l’unicità e la valenza strategica del modello di business di Health Italia S.p.A. che prosegue nel proprio percorso di crescita, innovando i sistemi di diffusione della protezione sanitaria e consolidando la capacità di penetrazione delle proprie strutture di promozione, per raggiungere costantemente gli obiettivi prefissati per la soddisfazione dei propri azionisti”.