DigiTouch (Aim) – Si aggiudica premio per l’eccellenza nell’innovazione tecnologica

Nell’ambito degli Aim Awards assegnati nel corso dell’Aim Investor Day di giovedì 21 novembre, il Gruppo DigiTouch è stato insignito del riconoscimento “Aim Tech SME” per il contributo all’innovazione tecnologica.

In particolare, “è stato premiato il grande impegno profuso dal Gruppo in termini di sviluppo tecnologico, innovazione e ricerca, finalizzato a creare tecnologie innovative nella filiera dei servizi digitali”, spiega a Market Insight Simone Ranucci Brandimarte, Presidente del Gruppo DigiTouch.

“Siamo contenti in quanto questo riconoscimento è l’attestazione degli sforzi fatti, anche in tempi brevi, per creare strumenti tecnologici proprietari che ci permettono di essere distintivi sul mercato. Il fatto che il mercato, in particolare quello finanziario, si sia reso conto della nostra proattività in ambito tecnologico è rappresentativo di come si possa fare innovazione anche in Italia e che le aziende virtuose vengano riconosciute”.

Nell’ultimo anno il Gruppo DigiTouch si è evoluto significativamente in termini di perimetro, passando da un focus specifico sul marketing digitale ad un’offerta molto più ampia e integrata, con una serie di elementi tecnologici a valore aggiunto come machine learning, intelligenza artificiale e business intelligence.

In particolare, spiega Ranucci, “negli ultimi sei mesi, a valle dell’acquisizione di Meware che ha portato all’interno del Gruppo importanti risorse tecnologiche e di research & development, abbiamo sviluppato delle soluzioni uniche negli ambiti dell’intelligenza artificiale, della business analytics e del machine learning applicato alla business intelligence, oltre ad una piattaforma di gamification”.

Si ricorda inoltre il lancio della Meware Cognitive Platform, “la nostra piattaforma di business analytics e intelligenza artificiale”. Oltre a questo, prosegue il Presidente, “abbiamo lavorato anche su aspetti più innovativi, più di ricerca, come il voice commerce e tutti gli sviluppi in ambito chatbot e conversational commerce”.

Una serie di iniziative che ben delineano la direzione intrapresa dal Gruppo, sempre più intenzionato a posizionarsi come Full Digital Platform Company. “Siamo nati in ambito media, ma ci stiamo evolvendo per collocarci sul mercato con un’offerta integrata di marketing e tecnologie. Crediamo che una proposition integrata fra media e tecnologia sia la vera risposta alle esigenze delle aziende che vogliono operare in una logica omnicanale”.

Inoltre, evidenzia Ranucci, “l’analisi dei fatturati evidenzia un ottimo slancio sia sulle attività tradizionali sia sulla parte tecnologica, in particolare nel business del data management che registra performance al di sopra del budget”.

Proprio alla luce di questo ampliamento del perimetro di offerta e delle nuove opportunità del mercato, “riteniamo che nei prossimi mesi sarà presentato un nuovo piano industriale 2021-2023 che tenga conto delle nuove dinamiche”, conclude il Presidente.