Tecnologia Aim (+1,5%) – Performance positiva per Maps (+4,9%)

Ieri l’indice Aim Tecnologia ha guadagnato l’1,5%, sottoperformando al tempo stesso sia il London Ftse Aim 100 (+2,5%), sia il London Ftse Aim All Share (+2,5%). Il volume degli scambi ha interessato 9.264.906 azioni, dato rivelatosi sotto la media degli ultimi trenta giorni.

L’indice Aim Tecnologia ha invece messo a segno una performance in rialzo dell’1,5 per cento. Tra i titoli del comparto, si segnala il rimbalzo di DBA Group (+5,7%) in calo del 38,5% da inizio anno.

Seduta positiva anche per Maps (+4,9%) e Prismi (+4,6%).

UCapital24 (invariata) ha reso noto che lo scorso 15 gennaio sono state assegnate 14.800 azioni a un nuovo investitore, in esecuzione dell’aumento di capitale sociale deliberato in data 4 luglio 2019 e finalizzato alla quotazione su AIM Italia.

In seguito alla presentazione di un progetto di consulenza dedicato, LUISAVIAROMA, eccellenza del mondo luxury e fashion, ha scelto Performedia, agenzia media del Gruppo DigiTouch (-0,4%), come partner strategico per la crescita delle proprie attività di Advertising Pay-per-Click.

Dominion Hosting Holding (senza scambi) ha comunicato che il prezzo medio mensile dello scorso mese di febbraio, così come definito nel regolamento dei warrant DHH 2016-2021, è stato pari a 8,18 euro, mentre il prezzo di esercizio dei warrant stessi è pari a 11,50 euro.