Frendy Energy (Aim) – Assemblea approva bilancio 2019 e nomina Cda

L’Assemblea degli azionisti di Frendy Energy – con intervento unicamente dell’azionista di controllo Edison, titolare del 72,93% del capitale con diritto di voto – ha approvato il bilancio dell’esercizio 2019, che si è chiuso con una perdita di 163.919 euro, a fronte di capitale e riserve pari a 13.224.174 euro che l’Assemblea ha deliberato di rinviare a nuovo.

Il bilancio consolidato del Gruppo Frendy Energy ha chiuso il 2019 in utile con un risultato netto complessivo di 82 mila euro, che si confronta con una perdita di 4,4 milioni nel 2018.

L’Assemblea ha inoltre nominato il Cda – che resterà in carica fino all’assemblea per l’approvazione del bilancio al 2022 – composto da cinque amministratori, confermando nella carica Marco Stangalino (Presidente), Roberto Buccelli, Renzo Capolla, Lucrezia Geraci e Graziano Molinari (amministratore indipendente), tutti tratti dall’unica lista presentata dall’azionista di maggioranza Edison.

AL termine dei lavori assembleari, il Cda ha nominato il Presidente Marco Stangalino anche Amministratore Delegato, conferendogli le relative deleghe di attribuzione, in continuità con quelle passate, e, analogamente al precedente triennio, l’amministratore Lucrezia Geraci Vicepresidente.