Revo – Per Elba Assicurazioni premi lordi a 77,5 mln (+13,5%) e utile netto di 14,3 mln (+10%) nel 2021

Il cda di Revo ha approvato il progetto di bilancio di Revo e i risultati consolidati del gruppo Elba Assicurazioni per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2021.

Elba Assicurazioni ha chiuso il 2021 con premi lordi contabilizzati pari a 77,5 milioni (+13,5% a/a), un risultato del conto tecnico di 20,9 milioni (+4,6)) e un utile netto di pari a 14,3 milioni (+10%). Al 31 dicembre 2021 Il Solvency II ratio si fissa al 274,1% (243,3% a fine 2020).

Per quanto riguarda Revo, non sono stati registrati ricavi nel corso dell’esercizio, che è stato archiviato con una perdita netta di 11,7 milioni, inclusiva dei costi sostenuti per la quotazione all’ Euronext Growth Milan e per le consulenze connesse all’acquisizione di Elba.

In data 30 novembre 2021, infatti, è stata perfezionata l’acquisizione del 100% del capitale sociale di Elba Assicurazioni per un controvalore pari a 163,3 milioni.

Per quanto riguarda il gruppo Elba Assicurazioni (rappresentato dalla controllante Revo e dalla controllata Elba), consolidati i risultati di Elba Assicurazioni limitatamente al mese di dicembre 2021, il 2021 si è chiuso con premi netti, unici ricavi dell’esercizio, pari a 4,5 milioni, spese di gestione complessive per 13,8 milioni, di cui euro 6,5 milioni riconducibili a costi non ripetibili negli anni futuri e senza effetti sul patrimonio e una perdita netta di 13,8 milioni. A fine dicembre il Solvency II ratio di gruppo si attesta al 257,2 per cento.

Nel corso del 2022 la controllata Elba Assicurazioni proseguirà con l’attuazione del piano strategico avviato nell’ambito del progetto promosso da Revo, incentrato sull’ulteriore sviluppo dell’attività esistente e sull’ampliamento dell’offerta, presidiando nuove linee di business focalizzate su rischi specialty e parametrici.

A tale riguardo, si evidenzia che la compagnia ha già presentato all’IVASS l’istanza per l’autorizzazione all’estensione dell’esercizio dell’attività, sia assicurativa che riassicurativa, a diversi rami danni in cui Elba non risulta ancora operativa.

A valle di tale autorizzazione, indicativamente prevista entro il mese di marzo 2022, Revo presenterà alla comunità finanziaria il proprio piano industriale “Piano Industriale Revo 2022-2025: verso il futuro!”.

Indicativamente nel corso del terzo trimestre, si prevede di procedere con la fusione inversa per incorporazione di Revo in Elba, previo ottenimento della prevista autorizzazione da parte di IVASS; per effetto di tale operazione, Revo acquisirà l’oggetto sociale della società incorporante e quindi l’oggetto sociale tipico di un’impresa di assicurazione. A tal proposito, si informa che i cda di Elba e Revo hanno approvato il progetto di fusione, dando formalmente avvio al processo di fusione.

Si conferma altresì la volontà di procedere, entro il terzo trimestre 2022, alla quotazione della società derivante dalla fusione sul segmento Euronext Star Milan.

I dati gestionali di Elba Assicurazioni relativi ai primi due mesi dell’esercizio 2022 evidenziano, anno su anno, una traiettoria di ulteriore crescita in termini di premi emessi nei rami in cui opera, con andamenti tecnici allineati all’esercizio precedente.

Si evidenzia altresì che, alla luce della composizione del portafoglio investimenti, che beneficia tra l’altro della presenza dei titoli obbligazionari corporate in settori difensivi e dell’assenza di titoli azionari, non si registrano criticità derivanti dai bruschi movimenti di mercato che hanno caratterizzato le negoziazioni nel corso degli ultimi giorni.

Alla luce della fase di avvio del progetto, che vedrà non appena ricevuta l’autorizzazione all’estensione dei rami da parte dell’IVASS il lancio dei nuovi prodotti attualmente in fase di sviluppo, il cda di Elba ha ritenuto opportuno non procedere alla distribuzione di dividendi sull’utile d’esercizio 2021.

Il presidente di Revo, Claudio Costamagna, ha dichiarato: “Sono molto soddisfatto che sia stata completata l’acquisizione del target in tempi record per una Spac costituita soltanto pochi mesi fa, il che ci permetterà di iniziare a dare esecuzione al nostro piano industriale che comunicheremo al mercato fra poche settimane.

Inizia così una nuova fase nella vita della compagnia, fase che sarà caratterizzata da una forte evoluzione distributiva e innovazione sia tecnologica che di processo/prodotto, sotto la guida di un team manageriale fortemente orientato ai risultati per tutti i nostri azionisti”.

Alberto Minali, Ad di Revo, ha commentato “Sono particolarmente contento dei risultati raggiunti da Elba nel corso del 2021 che confermano il forte posizionamento di mercato nel mondo dei rischi cauzioni ed engineering. Elba rappresenta per Revo un’importante piattaforma che ci permetterà di realizzare il nostro piano industriale non appena saremo autorizzati all’esercizio delle nuove linee di business.

I costi che abbiamo sostenuto in questa fase della nostra progettualità, tra cui anche quelli attinenti alla costituzione di REVO e alla raccolta dei capitali, ci hanno permesso di costruire in Elba una formidabile squadra di professionisti e di predisporre le basi per lo sviluppo di una nuova piattaforma operativa che dovrebbe ulteriormente aumentare la nostra spinta competitiva”.

###

Resta sempre aggiornato sul tuo titolo preferito, apri l'Insight dedicato a Revo