Aim (-0,75%) – Vola Monnalisa (+23,5%), bene anche Shedir Pharma e Antares

Il Ftse Aim Italia ha chiuso la seduta di ieri con un -0,75%, rispetto al -1,2% del London Ftse Aim 100 e al -1,1% del London Ftse Aim All Share.

Il volume dei titoli scambiati si è attestato a 7.621.114 pezzi, inferiore rispetto alla media delle 30 sedute precedenti.

L’indice del mercato Aim termina debole in una seduta negativa per tutto il comparto azionario, affossato dal nuovo crollo dell’oil e dai timori per la gravità della recessione.

In evidenza Monnalisa (+23,5%) che ha avviato la produzione di mascherine per bambini.

Bene anche Shedir Pharma (+8%) che per KT&Partners vale 8,35 euro e Antares Vision (+5,5%) che ha chiuso il 2019 con risultati in forte crescita e ha avviato la procedura per il passaggio su Mta, eventualmente segmento Star.

Per quanto riguarda le notizie sulle altre società dell’Aim, l’assemblea di Sicit Group ha approvato il bilancio e la cedola da 0,45 euro, oltre al passaggio su Mta.

Askoll Eva ha ricevuto la richiesta di conversione di due obbligazioni, per un controvalore complessivo di 20.000 euro, relative alla prima tranche del prestito obbligazionario convertibile cum warrant sottoscritto con Negma.

Fos ha ricevuto dal Mise la conferma di essere soggetto beneficiario del Decreto di Concessione per il progetto “Aura”.

Relatech ha avviato un progetto per l’implementazione in Cloud delle business application di Oracle NetSuite con Logisan.

Agatos ha fatto sapere che si dilatano i tempi per il closing del progetto biometano di Marcallo.