Servizi Finanziari Aim (+0,6%) – Sugli scudi Net Insurance (+6,3%) e CrowdFundMe (+5%) nei 5 giorni

Nella settimana tra il 25 e il 29 novembre il Ftse Aim Italia ha chiuso a +1,4%, al di sotto del London Ftse Aim 100 (+2,2%) e in linea con il London Ftse Aim All Share (+1,7%).

Il volume medio dei titoli scambiati si è attestato a 24,2 milioni di pezzi, al di sopra di quello mediamente tradato a livello mensile.

Il Ftse Aim Servizi Finanziari ha terminato a +0,6%.

Spiccano Net Insurance (+6,3%), con Ibl Banca salita al 19,77% del capitale e i vecchi soci storici scesi sotto l’1% del capitale. e CrowdFundMe (+5%), che ha approvato il piano industriale al 2022. Molto bene Ambromobiliare (+3,7%), anche se con pochi volumi.

Ok First Capital (+2,6%), con il NAV per azione salito a 18 euro al 30 settembre 2019.

Sulla parità IDeaMi, il cui cda ha deliberato lo scioglimento della società dopo la mancata individuazione di una target per una business combination, così come per Eps Equita Pep Spac 2 (0,0%).