Aim (-1%) – Spicca GO internet (+34,6%) nella settimana, bene Unidata (+9,2%) e Officina Stellare (+3,3%)

Nelle sedute dal 31 agosto al 4 settembre il Ftse Aim Italia ha perso l’1%, rispetto al -2,2% del London Ftse Aim 100 e al -1,9% del London Ftse Aim All Share.

In settimana, focus sull’agenda macroeconomica e in particolare sul job report statunitense di agosto, che ha registrato un incremento dei non farm payrolls di poco superiore alle attese e un tasso di disoccupazione migliore delle aspettative. Nel complesso i dati macro continuano a segnalare una ripresa dell’economia, in un contesto favorito dall’atteggiamento accomodante delle banche centrali, ma permangono i dubbi sulle elevate valutazioni dei titoli.

Tornando all’Aim, brilla Go Internet (+34,6%) in scia all’attenzione di questi giorni per il comparto delle telecomunicazioni in relazione al progetto di creazione della rete unica in fibra. Borsa Italiana ha vietato l’immissione di ordini senza limite di prezzo sul titolo.

In settimana ha preso il via l’aumento di capitale da 1,3 milioni di Casta Diva (+15,3%).

In evidenza Unidata (+9,2%), che ha sottoscritto un accordo con il fondo europeo Connecting Europe Broadband Fund (CEBF) finalizzato all’investimento per la realizzazione di una rete in fibra ottica nel Lazio.

Bene Officina Stellare (+3,3%) dopo l’annuncio della nuova filiale statunitense, che consentirà alla società di consolidare maggiormente la presenza sul mercato statunitense che ad oggi rappresenta il 25% del proprio fatturato.

Per quanto riguarda le notizie sulle altre società dell’Aim, Grifal ha ottenuto il brevetto per la tecnologia Inspiropack, una soluzione d’imballaggio ecologica, moderna ed efficace per il bloccaggio dei prodotti all’interno della scatola.

Cyberoo ha siglato un contratto per la vendita integrale del servizio “Cyber Security Suite” con un’azienda italiana, anch’essa quotata AIM, operante su scala internazionale.

Websolute ha acquistato il 55% del capitale sociale della neocostituita More per un corrispettivo di 475.750 euro, mentre Innovatec ha stretto un accordo di efficientamento energetico nel milanese per 3,4 milioni.

Nel segmento Aim Pro, infine, Fenix Entertainment ha reso noto che un primario investitore professionale ha aumentato la propria partecipazione con l’acquisto di mia azioni al prezzo di 4 euro (prezzo dell’Ipo), per un controvalore di 100 mila euro.