Aim (flat) – Balzo di Digital360 (+19,1%)

Il Ftse Aim Italia ha chiuso la seduta di ieri invariato rispetto al -0,4% del London Ftse Aim 100 e al -0,5% del London Ftse Aim All Share.

Il volume dei titoli scambiati si è attestato a 1.715.393 pezzi, inferiore rispetto alla media delle 30 sedute precedenti.

Giornata negativa per l’azionario, all’indomani della riunione della Fed che ha confermato l’orientamento accomodante ma non ha spazzato via i dubbi degli operatori sulla ripresa economica. Focus anche sulle riunioni della Boe, della Boj e sui dati relativi all’inflazione dell’eurozona (-0,2% a/a) e alle richieste di sussidi negli Usa (860mila).

Tornando all’Aim Italia, vola Digital360 (+19,1%), con volumi nettamente sopra la media (141 mila azioni scambiate rispetto a una media di 12.233 nei 30 giorni precedenti). In spolvero anche UCapital24 (+9,1%).

Per quanto riguarda le principali notizie sulle altre società dell’Aim, NVP ha diffuso i risultati del semestre, mentre Maps si è rafforzata in ambito Healthcare con l’acquisizione del 100% di SCS Computers per 4,2 milioni.

Eles ha rivisto al ribasso la guidance 2020, prevedendo ricavi per 17-18 milioni, a causa del peggioramento delle prospettive per il settore dei semiconduttori.

4Aim Sicaf ha reso noto che non è previsto l’esercizio del diritto di prelazione in favore degli azionisti che abbiano esercitato il diritto di opzione relativi all’aumento di capitale da 99,4 milioni che partirà il prossimo 21 settembre.

Si è chiuso l’aumento di capitale da 1,3 milioni di Casta Diva, mentre Agatos ha reso noto che il 21 settembre avverrà il raggruppamento delle azioni nel rapporto di 10:1.