Aim (+0,7%) – Ancora denaro su Jonix (+11,4%)

Il Ftse Aim Italia ha chiuso la seduta di ieri a +0,7% rispetto allo 0,0% del London Ftse Aim 100 e al -0,1% del London Ftse Aim All Share.

Il volume dei titoli scambiati si è attestato a 6.572.482 pezzi, sotto la media delle 30 sedute precedenti.

Le borse del Vecchio Continente recuperano terreno dopo le vendite della sessione precedente, anche se restano attuali le preoccupazioni legate all’inflazione. Focus sulla la ripresa economica, le campagne di vaccinazione e i segnali provenienti dalle trimestrali. Dall’agenda macroeconomica sono giunti i dati Adp sugli impieghi in Usa (sotto le attese ma in crescita) e quelli sull’attività terziaria dell’eurozona, in miglioramento ad aprile.

Tornando all’Aim Italia, avanza soprattutto DBA Group (+12%)  ha ricevuto una commessa da circa 5 milioni di dollari in Egitto.

Ancora acquisti su Jonix (+11,4%) dopo il debutto positivo di ieri.

Growens (+7,5%) ha pubblicato la seconda edizione del Bilancio di Sostenibilità per l’esercizio 2020 e ha avviato un programma di acquisto azioni proprie.

Tecma Solutions ha annunciato l’avvio del proprio business negli Stati Uniti.

Italian Wine Brands ha chiuso in anticipo l’offerta di obbligazioni per 130 milioni.

Il socio di maggioranza di ESI, Integra, ha ceduto fuori mercato 666.667 azioni, pari al 10,68% del capitale sociale, a Exacto per un controvalore complessivo di 2 milioni, corrispondente ad un prezzo di 3,00 euro per azione.

Il Cda di Vetrya ha approvato i risultati finanziari al 31 dicembre 2020.