Gismondi (Aim) – Dal 18 dicembre in Borsa, domanda oltre 2 volte l’offerta

Gismondi 1754 ha ricevuto da Borsa Italiana l’ammissione alle negoziazioni delle proprie azioni e dei warrant 2019-2022 sul mercato AIM Italia, con debutto previsto per domani 18 dicembre.

La società ha raggiunto un volume di ordini per oltre 10,8 milioni, un risultato che supera di 2,2 volte l’obiettivo di raccolta prefissato a 5 milioni.

L’ammissione è avvenuta a seguito del collocamento in aumento di capitale rivolto a investitori istituzionali, professionali e retail di complessive 1.564.800 azioni, a un prezzo  3,2 euro per azione, per complessivi oltre 5 milioni.

Le richieste pervenute, al prezzo di offerta, derivano per il 59% da 24 investitori istituzionali, per il 29% da 18 investitori professionali e per il 12% da 87 investitori retail.

Il book definitivo è composto per circa il 65% da investitori istituzionali, mentre la restante quota da selezionati investitori professionali e da investitori retail per un controvalore di 150mila euro.

Il flottante della società all’ingresso in Borsa è pari al 38,50% del capitale ammesso a negoziazione e, in base al prezzo di offerta, la capitalizzazione totale prevista è di oltre 13 milioni.

Ai detentori di azioni a inizio negoziazioni saranno assegnati warrant gratuitamente nel rapporto di 1 warrant per ogni 4 azioni detenute. Il rapporto di conversione è di 1 azione ogni warrant posseduto e il prezzo di conversione è calcolato sul prezzo di IPO maggiorato del 10% per ogni periodo di esercizio.

Nell’ambito della procedura di ammissione alla quotazione, Gismondi 1754 è affiancata da EnVent Capital Markets in qualità di Nomad, Global Coordinator ed Equity Research Provider. Emintad agisce come financial advisor, BDO in qualità di Società di Revisione, mentre LCA Studio Legale è legal advisor e consulente fiscale. Directa Sim svolge il ruolo di collocatore per il retail, A2B è consulente per i dati extracontabili, KT&Partners Equity Research Provider, mentre Spriano Communication&Partners è advisor per la comunicazione. Banca Akros svolgerà il ruolo di specialist.