Aim (-2,3%) – Balzo di Bfc Media (+24%) in scia a conti e piano

Il Ftse Aim Italia ha chiuso la seduta di ieri a -2,3% rispetto al -1,3% del London Ftse Aim 100 e al -1,0% del London Ftse Aim All Share.

Il volume dei titoli scambiati si è attestato a 11.523.768 pezzi, sopra la media delle 30 sedute precedenti.

Giornata negativa per l’azionario, in un contesto appesantito dalla dinamica dell’inflazione e la prospettiva di un prossimo avvio del tapering da parte delle banche centrali, a cui si aggiungono i dubbi sulla crescita della Cina. Focus sugli interventi di Christine Lagarde e Jerome Powell, numeri uno di Bce e Fed, che hanno confermato la natura transitoria dell’aumento dei prezzi.

Tornando all’Aim Italia, acquisti su Bfc Media (+24%) che ha diffuso i conti e il piano 2021-23.

Bene anche Esautomotion (+19%) in scia ai risultati mentre prosegue il rally di Websolute (+14,1%).

Diverse altre società hanno diffuso i conti del semestre, fra cui Omer, Longino & Cardenal, Fos, CrowdFundMe, Neosperience, Radici, Edilizacrobatica, Premia Finance, Sourcesense, Arterra Bio e Vantea Smart.

Per quanto riguarda le altre società, i ricavi gestionali di Jonix al 27 settembre 2021 ammontano a 5,52 milioni (dati non sottoposti a revisione contabile), pari al fatturato registrato nell’intero esercizio 2020.

Labomar ha confermato che la guideline 2021, che stima una crescita del fatturato “low-medium single digit”, è a perimetro costante.

Net Insurance ha completato l’emissione del prestito obbligazionario subordinato Tier II per un ammontare complessivo pari a 12,5 milioni.

###

Resta sempre aggiornato sul tuo titolo preferito, apri l'Insight dedicato a Arterra Bio, BFC Media, CrowdFundMe, EdiliziAcrobatica, Esautomotion, Jonix, Labomar, Longino & Cardenal, Neosperience, Net Insurance, Omer, Radici, Sourcesense, Vantea SMART