Aim – Indice ancora in calo (-1,1%), brilla Imvest (+14,1%) dopo i conti 2017

Avvio di ottava negativo per i principali listini europei, che hanno chiuso al di sotto della parità, orfane di Londra chiusa per festività. Deboli le performance per il Dax di Francoforte, il Cac 40 di Parigi e l’Ibex 35 di Madrid, che hanno ceduto lo 0,6%. A Milano il Ftse Mib ha archiviato gli scambi in calo del 2,1% a 21.932,69 punti, appesantito dalle vicende politiche. Ieri il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha convocato l’economista ed ex commissario per la spending review, Carlo Cottarelli, a cui ha affidato l’incarico per formare un esecutivo “neutrale” in attesa delle nuove politiche.

Il Ftse Aim Italia ha terminato la scorsa seduta cedendo l’1,1%, sottoperformando sia il London Ftse Aim 100  sia il London Ftse Aim All Share, entrambi in calo dello 0,1%. Il volume dei titoli trattati si è attestato a 2.224.402 azioni scambiate, in lieve calo rispetto a quello mediamente trattato nelle precedenti 30  sessioni.

Acquisti su Imvest, che ha guadagnato il 14,1% tradando 95.200 azioni. La società, attiva nei servizi di locazione, trading e sviluppo immobiliare, ha approvato il bilancio consolidato dell’esercizio 2017, che ha riportato un miglioramento della gestione operativa.

Acquisti su Alfio Bardolla Training Group, in rialzo dell’1,9% con 4.200 titoli trattati.  Il board della società, attiva nella formazione finanziaria personale, ha fissato le nuove linee strategiche di sviluppo internazionale che evidenziano azioni di crescita in Sud America, Emirati Arabi, Turchia, Russia e Cina.

Chiude flat senza alcuna azione scambiate Abitare In. Il board della società, attiva nel settore real-estate che realizza e vende unità immobiliari a Milano, ha dato il via libera alla settima tranche dell’aumento di capitale per circa 500mila euro.

Vendite su Bomi Italia, in calo dell’1,6% con 17.500 titoli contrattati. Il gruppo, attivo nella logistica biomedicale e nella gestione di prodotti ad alta tecnologia per la tutela della salute, ha sottoscritto un contratto di finanziamento con un pool di banche per la concessione di un credito a medio-lungo termine pari a 20 milioni volto a sostenere il piano investimenti del gruppo.

Segno negativo su Pharmanutra (-1,8%) con 3.200 azioni passate di mano. Il gruppo, attivo nello sviluppo di prodotti nutraceutici e dispositivi medici innovativi, ha stipulato due accordi commerciali in Egitto e Polonia per la distribuzione dei prodotti a base di Ferro Sucrosomiale.

Lettera su Clabo, che ha ceduto il 3% con 30.500 titoli negoziati. Il Cda della società, attiva nel settore delle vetrine espositive professionali per gelaterie, pasticcerie, bar, caffetterie e hotel, ha preso visione dei dati consolidati al 31 marzo 2018, redatti pro-forma includendo l’incorporazione di Howard McCray (HMC) dal 1° gennaio 2018, che hanno evidenziato una crescita dei ricavi e della redditività.

Infine, si segnala che Grifal  ha presentato a Borsa Italiana domanda di ammissione alle negoziazioni su AIM Italia delle azioni e dei Warrant GRIFAL 2018 – 2021.

###

Resta sempre aggiornato sul tuo titolo preferito, apri l'Insight dedicato a Alfio Bardolla Training Group, Clabo, Imvest