Tech Aim (+0,0%) – Ottava in vetta al comparto per Planetel (+13,4%)

Nell’ultima settimana il FTSE AIM Italia ha guadagnato lo 0,8%, sovraperformando il London FTSE AIM 100 (-1,4%) e il London FTSE AIM All Share (-1%).

L’indice AIM Tecnologia ha chiuso l’ottava sulla parità (+0,0%). Performance in evidenza per Planetel (+13,4%) e Intred (+11,2%), con quest’ultima che ha esaminato il fatturato al 31 marzo 2021, pari a circa 9,4 milioni e in crescita del 10% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’incremento è stato sostenuto principalmente dalle vendite di connessioni in banda ultralarga aumentate del +19% a 4,4 milioni rispetto al medesimo periodo dello scorso anno.

Growens (+6,4%), già MailUp, che ha presentato il Bilancio di Sostenibilità per l’esercizio 2020, redatto su base volontaria per comunicare con trasparenza e coerenza verso gli Stakeholder i valori, le strategie e le performance direttamente collegati ai propri impatti economici, sociali e ambientali.

Sourcesense (+1,2%) ha firmato un contratto con la più grande peer-to-peer (P2P) lending company europea, per la migrazione dalla piattaforma ServiceNow al tool Atlassian Jira Service Management, basato su cloud pubblico gestito da Amazon Web Services. Il contratto annunciato dalla società, leader nelle soluzioni cloud-native basate su tecnologie “Open Source”, presenta una durata di 12 mesi e un valore complessivo di oltre 250.000 euro.

Digital360 (+0,8%) ha deliberato l’esercizio delle opzioni di acquisto delle quote residue di partecipazione in ServicePro Italy e IQ Consulting (IQC), già detenute al 51% dal 2018. Il Cda di Digital360 ha deliberato di proporre alla prossima assemblea dei soci, convocata per il 31 maggio in prima convocazione e per il giorno 7 giugno in seconda convocazione, la modifica dello Statuto Sociale per l’adozione dello status di “Società Benefit”.

EnVent ha avviato la copertura su H-Farm (-0,4%), assegnando un rating Outperform e un target price di 0,31 euro per azione.

ReeVo (-0,9%) , Full Stack Cloud & Cyber Security provider italiano, ha sottoscritto un accordo di distribuzione con Attiva S.p.A., che tramite la sua business unit Attiva Evolution ha il compito di sviluppare questa intesa strategica per posizionarsi nel mercato come Distributore a Valore.

Gruppo DigiTouch (-1,1%), tramite la sua controllata Conversion E3, ha firmato i contenuti della campagna Giovani, smart e freelance di N26, la prima banca per smartphone, 100% digitale, con l’obiettivo di far conoscere il conto N26 Business Smart a un target di freelance.

Il Cda di PRISMI ha sottoscritto un accordo di investimento vincolante con NEGMA Group, volto all’emissione di un prestito obbligazionario convertibile cum warrant per complessivi 6,24 milioni. Tale accordo, che rientra tra le condizioni sospensive del contratto di investimento EXO DIGITAL con MAG14 e i soci di Voodoo, sarà sottoposto alla competente assemblea degli azionisti del 24 maggio.

Consob ha approvato il prospetto informativo di Antares Vision (-4,4%) relativo all’ammissione alle negoziazioni delle azioni ordinarie e dei warrant della Società sul Mercato Telematico Azionario, eventualmente, ove ne ricorrano i requisiti sul segmento STAR.

Cy4Gate (-7,2%) con riferimento alle indiscrezioni riportate dal quotidiano “MF-Milano Finanza”, ha sottolineato che “Aurora S.p.A. è azionista di controllo di RCS ETM Sicurezza S.p.A. (titolare del marchio “RCS Lab”) e di talune società in Italia e all’estero. CY4, nell’ambito del suo piano di sviluppo nel settore della cyber intelligence e della cyber security, sta valutando l’effettuazione di una potenziale operazione avente a oggetto l’acquisizione di una o più di tali società”. Per quanto riguarda la proposta di delega al Consiglio di Amministrazione ad aumentare il capitale sociale della Società, la Società sottolinea “che la stessa – ove approvata dall’assemblea straordinaria degli azionisti convocata per il 17 maggio 2021 – ha ad oggetto un possibile aumento di capitale con esclusione del diritto di opzione riservato a investitori istituzionali fino a un importo massimo di Euro 110 milioni”.