Aim (-4,5%) – Bene Askoll Eva (+18,6%) nella settimana e da inizio anno

Nelle sedute dal 21 al 24 aprile il Ftse Aim Italia ha registrato complessivamente un calo del 4,5%, rispetto al +3,2% del London Ftse Aim 100 e al +2,9% del London Ftse Aim All Share.

L’attenzione si è concentrata principalmente sul coronavirus e sui piani dei Paesi per riaprire le attività, in un contesto di dati macro e trimestrali deboli, oltre che sul crollo storico del petrolio.

Fra i titoli dell’Aim Italia nei cinque giorni spicca Nvp (+34,1%), che tuttavia rimane in calo del 37,5% da inizio anno.

In evidenza Askoll Eva (+18,6%, +1,7% da inizio anno) che ha emesso la prima tranche del prestito obbligazionario convertibile cum warrant sottoscritto con Negma per un importo nominale di 750.000 euro e ha ricevuto la richiesta di conversione di due obbligazioni, per un controvalore complessivo di 20.000 euro. L’Ad Gian Franco Nanni ha dichiarato che “la Fase 2 sta accelerando il dibattito e gli investimenti sulla micro-mobilità elettrica”.

Denaro su Monnalisa (+9%) che ha avviato la produzione di mascherine per bambini.

Bene anche Antares Vision (+8,2%) dopo i risultati in forte crescita del 2019 e l’avvio della procedura per il passaggio su Mta, eventualmente segmento Star. Inoltre, la Società ha completato l’acquisizione del 82,83% di Tradeticity per un corrispettivo di 1,04 milioni (per cassa).

Per quanto riguarda le notizie sulle altre società dell’Aim, Bfc Media ha lanciato il progetto Bike Smart Mobility, mentre Alfio Bardolla Training Group (ABTG) ha avviato una linea di corsi online sul mercato spagnolo.

Gel e Fervi hanno firmato un accordo di fornitura, con scadenza dicembre 2025, avente ad oggetto articoli per la sanificazione degli ambienti e delle persone.

Farmaè ha acquistato il 100% di Valnan dal socio unico Riccardo Iacometti per 1,2 milioni.

EnVent ha aggiornato lo studio su Culti Milano assegnando una raccomandazione neutral e un target price di 4,12 euro, mentre su DigiTouch ha confermato il giudizio Outperform e il target price di 2,31 euro. K&T Partners ha aggiornato lo studio su Esautomotion, assegnando un target price di 3,44 euro mentre Shedir Pharma viene valutata 8,35 euro. Ubi Banca ha confermato il giudizio ‘buy’ su Grifal.

Culti, inoltre, ha chiuso il primo trimestre 2020 con ricavi per 2,3 milioni (+1%).

Matica Fintec, invece, ha chiuso il 2019 con ricavi per 14,3 milioni.

Sirio ha conferito l’incarico di nomad ad Alantra, mentre l’assemblea di Sicit Group ha approvato il bilancio e la cedola da 0,45 euro, oltre al passaggio su Mta.